Spagna: a fuoco le foreste del Parco Nazionale di Doñana, patrimonio mondiale UNESCO

Preoccupazione per gli incendi che da sabato sera interessano le foreste del Parco Nazionale di Doñana, nella Spagna meridionale. Tra chi segnalava da anni i rischi del fuoco per le foreste di pini che circondano il Parco nazionale di Doñana, patrimonio mondiale dell’UNESCO, c’è il WWF che sottolinea come “la mancanza di governance e i controlli insufficienti sull’uso del suolo nelle foreste pubbliche hanno reso l’area particolarmente vulnerabile”.

“I nostri pensieri – dice Juan Carlos del Olmo, CEO di WWF Spagna – sono in questo momento rivolti alle oltre 2.000 persone che sono state costrette a fuggire dalle loro case. Il fuoco – prosegue del Olmo – è un’ulteriore testimonianza delle molte minacce che interessano il Parco Nazionale di Doñana, a cominciare dall’eccessivo sfruttamento delle acque sotterranee per l’agricoltura e lo sviluppo dei progetti industriali come il dragaggio del fiume Guadalquivir o lo sfruttamento dei giacimenti sotterranei di gas naturale”.

Pur se il fuoco non ha raggiunto il cuore del Parco Nazionale, ha già bruciato parte dell’area protetta di Doñana, incluso l’habitat chiave per la rara Lince iberica, specie endemica e miracolosamente sfuggita all’estinzione grazie al lavoro del WWF Spagna – che negli anni ’80 lanciò una grande campagna per salvare uno dei mammiferi europei più a rischio – e di tutti i suoi sostenitori.*

Il WWF ringrazia, infine, per “lo straordinario lavoro svolto gli equipaggi spagnoli per il controllo antincendio ma chiede ai governi spagnolo e andaluso di assicurare un futuro a lungo termine per Doñana: adesso – conclude l’associazione – sono necessarie azioni decisive per rimuovere le molte minacce che circondano Doñana e proteggere questo sito insostituibile per le generazioni future”.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.