Tim Berners Lee il padre del web ha lanciato il suo Contratto per il web: nove principi per governi, aziende e cittadini

Sir Tim Berners Lee il padre del web ha lanciato ufficialmente il suo  Contratto per il web, rivolto a governi, aziende e cittadini. Il Contratto  spiega TBL : “diventerà un forte meccanismo per cui ciascuna parte sarà ritenuta responsabile per fare la propria parte per costruire un web aperto e gratuito. Invitiamo pertanto i governi le società, le organizzazioni della società civile e gli individui a sostenere il Contratto e a rispettarne i principi e le clausole”.

Nel 1989 Tim Berners-Lee, un giovane fisico informatico inglese che lavorava al  Cern, progettò uno strumento decentralizzato per far sì che i ricercatori potessero condividere le informazioni attraverso Internet grazie a collegamenti di tipo ipertestuale.

Il contratto è costituito da nove principi per governi, aziende e cittadini

Governi
Principio 1: assicuratevi che tutti possano connettersi a Internet
Principio 2: mantenete sempre Internet disponibile in ogni momento
Principio 3: rispettate e proteggete i diritti fondamentali online relativi alla privacy e ai dati delle persone

Aziende
Principio 4: rendete Internet disponibile e accessibile a tutti
Principio 5: rispettate e proteggete la privacy e i dati personali delle persone per creare fiducia online
Principio 6: sviluppate tecnologie che supportino al meglio l’umanità e combattano il peggio

Cittadini
Principio 7:  siate creatori e collaboratori sul Web
Principio 8: costruite forti comunità  che rispettino il discutere civile e la dignità umana
Principio 9: lottate per il web

Tutto il Contratto per il Web

 

Il contratto è stato firmato da 160 organizzazioni comprese  Microsoft, Google, Electronic Frontier Foundation, DuckDuckGo, CIPESA, Access Now, Reddit, Facebook, Reporters Without Borders and Ranking Digital Rightse dal governo di  Germania, Francia e Ghana.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.