A Ravenna tutto pronto per Fare i conti con l’Ambiente 2018

Torna a  l’edizione numero 11 di Fare i conti con l’ambiente, festival formativo ambientale che si svolge dal 16 al 18 maggio su rifiuti, acqua, energia, sviluppo sostenibile: una tre giorni di conferenze, eventi, workshop e grandi opportunità di formazione certificata.

Ravenna2018  conferma il proprio carattere open con oltre 60 momenti di incontro gratuiti distribuiti su tre giorni: al centro l’informazione, gli approfondimenti e la condivisione della conoscenza sulle nuove tecnologie e sui processi industriali, coniugando cultura e solidarietà ed offrendo eventi d’arte e spettacolo. Approfondimenti tematici sviluppati in collaborazione con reti esterne (associazioni, enti ed aziende), con il contributo del mondo delle università, dei ricercatori, dell’impresa, dei mass-media e del no-profit dedicati sia al mondo tecnico amministrativo sia ai cittadini.

Si parte con le 7 Conferenze dedicate a gestione e protezione dell’ambiente costiero, inquinamento atmosferico, intelligenza artificiale, aziende “sostenibili”, decommissioning, buone pratiche “energetiche”.

Si prosegue con i Workshop, che spaziano sui temi più diversi in ambito “green”: edilizia sostenibile, biometano, qualità dell’aria, innovazione tecnologica, end of waste, trattamento acque, rifiuti inerti, economia circolare, novità normative, bonifica di siti contaminati, solare, compostaggio, rifiuti urbani. Uno sguardo sfaccettato sul presente, con le buone pratiche aziendali e degli enti locali, e sul futuro, con la proposizione di scenari tecnici, normativi e sociali basati su un approccio circolare all’economia e alla vita in genere.

E poi ancora Labmeeting (ossia momenti formativi gratuiti, nel solco della tradizione “open content” di “Fare i conti con l’Ambiente”).

La manifestazione, che interessa tutto il centro storico pedonale di Ravenna, è davvero un evento a “kilometri zero”, e prevede anche la presenza di operatori e aziende in alcune delle principali piazze della città ravennate, tra cui Piazza del Popolo.

“Fare i conti con l’Ambiente” ospiterà l’undicesima edizione di Emergenze Creative, rassegna annuale d’arte contemporanea su tematiche ambientali, che si esplicherà ancora tramite gli strumenti della “public art” in chiave performativa, invitando quindi i cittadini a partecipare attivamente all’intervento artistico, diventando da semplici fruitori a importanti ed indispensabili protagonisti.

Fortissimo resta inoltre il carattere formativo dell’evento di Ravenna, che ospiterà infatti ben 4 Scuole di Alta Formazione: la sesta edizione del Corso Residenziale di Alta Formazione sulla Bonifica dei siti contaminati; la Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Rifiuti (4^ Ed.); la Scuola di Alta Formazione sulla Gestione dei Sistemi Idrici (secondo anno); la novità 2018 con la  Scuola sui Servizi Pubblici Locali dove saranno affrontate le rilevanti novità che sono intervenute nel corso del 2016 e 2017, tra cui la riforma dei Contratti Pubblici (DLgs. 50/2016, integrato da Correttivo 2017) e la riforma delle Società a partecipazione pubblica (DLgs.175/2016, integrato da Correttivo 2017).

Il grande valore formativo dell’evento non si ferma, però, alle Scuole: labelab, organizzatore dell’evento, ha lanciato infatti il Progetto G100 – Formazione senza barriere, per offrire opportunità di formazione e relazione per 100 giovani neo-laureati nel corso dei prossimi 5 anni. Alla prima selezione si sono candidati 50 neolaureati.

 

La manifestazione avrà un’anteprima nei giorni 14 e 15 maggio con LA SCUOLA DELLE ENERGIE grazie alla collaborazione con l’ITS, corso di TECNICO SUPERIORE PER LA GESTIONE E LA VERIFICA DI IMPIANTI ENERGETICI, che consente l’avvio di un percorso di carriera con prospettiva e opportunità di successo occupazionale. Il corso è destinato agli studenti delle Scuole Superiori del territorio del IV e V anno, che desiderano acquisire maggiori informazioni in riferimento alla scelta del percorso di studi post diploma; sono invitate le realtà imprenditoriali e di rappresentanza e le Istituzioni che collaborano con la Fondazione ITS TEC per lo sviluppo della Scuola ITS per l’Efficienza Energetica.

Vai alla barra degli strumenti