A Smart Mobility world a Torino il prototipo Pop.Up di Airbus e Italdesign il trasporto modulare condiviso del futuro fra terra e aria

Faceva bella mostra a Smart Mobility world a Torino il prototipo Pop.up il progetto realizzato da Italdesign e Airbus che vuole essere il primo sistema di trasporto modulare, completamente elettrico per ridurre il traffico nelle megalopoli del futuro.

Pop.up si compone di una cellula abitativa che accoglie due passeggeri accoppiabile a due moduli di spostamento a propulsione elettrica e a gestione automatizzata: uno terrestre, l’altro aereo. La capsula diventa su strada una city car e può sollevarsi nell’aria appesa a un enorme drone per diventare un mini aereo a guida autonoma.

La cellula per i passeggeri è in fibra di carbonio con 2,6 metri di lunghezza per 1,5 di larghezza ed 1,4 m di altezza.Il modulo terrestre ha telaio in carbonio, motore da 60 kW, e batterie indipendenti, per un’autonomia di 130 km con velocità di punta di 100 km/h. Il modulo drone è lungo 5 metri, largo 4,4 metri ed attrezzato con otto motori controrotanti da 136 kW l’uno con una batteria da 70 kWh e un’autonomia di volo massima di 100 km.

Pop-Up si basa su un sistema di sharing veicolare gestito attraverso piattaforme informatiche. Ovviamente un servizio del genere richiede non solo infrastrutture ma anche di formulazioni legislatice specifiche ad esempio per l’autorizzazione al volo urbano. Secondo Italdesign e Airbus il servizio Pop.Up potrà essere operativo in 7-10 anni.

Le altre immagini da Smart Mobility world a Torino

Questo slideshow richiede JavaScript.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.