Parte la missione nello spazio di Crew-4 con a bordo Samantha Cristoforetti

Dopo il rientro della missione privata Ax-1 finalmente parte la missione di Crew-4, con la capsula Crew Dragon, prevista alle 09:52 italiane del 27 aprile dal Kennedy Space Center in Florida con razzo Falcon 9 di Spacex. La missione raggiunge la Stazione Spaziale alle 2:15 italiane del 28 aprile, l’apertura del portello della navetta è prevista intorno alle 3,45 italiane.

A bordo della missione il comandante Kjell Lindgre, il pilota Robert Hines e le due donne della missione Jessica Watkins e l’italiana Samantha Cristoforetti.

Per alcuni giorno dopo il suo arrivo, sulla ISS ci saranno due astronauti dell’ESA. Insieme a Samantha Cristoforetti sulla Stazione Spaziale si trova il tedesco Matthias Maurer, arrivato con la missione Crew-3 che faranno ritorno sulla Terra dopo aver dato il cambio ai loro colleghi.

Samantha Cristoforetti sarà la prima astronauta italiana a partire dal Kennedy Space Center dopo 11 anni quando fu Roberto Vittori a raggiungere lo spazio a bordo dello Space Shuttle Endeavour e sarà anche la prima italiana a volare con la capsula Dragon e la prima italiana a effettuare un ammaraggio dato che i velivoli utilizzati dagli italiani in precedenza sono lo Space Shuttle e la capsula Soyuz, sviluppati per tornare sulla terraferma. La Freedom è l’ultima capsula prodotta da SpaceX e completa il gruppo di quattro attualmente già costruite.

Samantha Cristoforetti è stata selezionata come astronauta ESA nel maggio 2009. A settembre dello stesso anno ha iniziato l’addestramento di base, che ha portato a termine a novembre 2010. È stata quindi designata astronauta di riserva per ESA e, in questo ruolo, ha ottenuto le prime qualifiche per le attività extra veicolari e robotiche, nonché la certificazione come ingegnera di bordo del veicolo spaziale russo Soyuz. A marzo 2012 è stata assegnata alla spedizione 42/43 sulla Stazione Spaziale Internazionale e, contestualmente, è stata designata ingegnera di bordo della Soyuz TMA-15M.

Il 23 novembre 2014, Samantha Cristoforetti è partita per lo spazio dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakhistan. È tornata sulla Terra l’11 giugno 2015, dopo aver trascorso 200 giorni nello spazio. La missione, chiamata Futura, è stata la seconda opportunità di volo di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana e l’ottava per un astronauta ESA.

Nel 2019, Samantha è stata comandante della missione NEEMO23 (NASA Extreme Environment Mission), durante la quale ha trascorso dieci giorni nell’unica stazione di ricerca sottomarina al mondo, Aquarius.

Per alcuni giorno dopo il suo arrivo, sulla ISS ci saranno due astronauti dell’ESA. Ad aspettare Cristoforetti sulla Stazione Spaziale infatti vi è il tedesco Matthias Maurer, arrivato con la missione Crew-3 sempre di SpaceX. Lui e i suoi tre compagni di viaggio, partiti l’11 novembre dello scorso anno, faranno ritorno sulla Terra solo dopo aver dato il cambio ai loro colleghi.

Molte delle ricerche che verranno realizzato sulla ISS si incentrano sullo studio del comportamento del corpo umano in condizioni di microgravità per trovare soluzioni ai problemi riscontrati dagli astronauti come la riduzione del tessuto osseo e muscolare dovuto alla permanenza prolungata in assenza di peso.

Sette diversi tipi di olio d’oliva verranno utilizzati da Cristoforetti per accompagnare i suoi pasti oltre a studiarne i cambiamenti fisico-chimici dovuti all’assenza di peso.

A creare i ritardi erano stati i problemi riscontrati nei test a terra del razzo Sls su una delle piattaforme vicine a quella prevista per il lancio di Ax-1 con la Crew Dragon Endeavour. Ritardi che a catena avevano obbligato a posticipare di qualche giorno il lancio della missione, la prima interamente privata diretta alla Stazione Spaziale.

Dopo diversi rinvii dovuti alle cattive condizioni meteorologiche, la capsula Crew Dragon Endeavour è poi ammarata al largo delle coste della Florida, con il comandante Michael López-Alegría, il pilota Larry Connor, l’investitore israeliano Eytan Stibbe e l’imprenditore canadese Mark Pathy.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay