Seguici su

Innovazione

La Cina accusa Elon Musk: i suoi satelliti Starlink sono un pericolo

“I satelliti Starlink di Elon Musk sono un problema per la nostra stazione spaziale, abbiamo già rischiato collisioni”. Sono queste in sintesi le parole di protesta presentate dalla Cina all’Agenzia Spaziale dell’Onu, contro la flotta di satelliti dell’uomo più ricco del mondo.

Nuovi problemi per Elon Musk

“Oneri e Onori” si suol dire quando si è un personaggio in vista come Elon Musk e che per giunta ha da poco spodestato Jeff Bezos come uomo più ricco al mondo guadagnandosi la copertina del Time come personaggio dell’anno. Ultimamente però gli oneri per il miliardario sudafricano sono aumentati e dopo la polemica sulle tasse (pagherà 11 miliardi nel 2021) e la sua vendita piuttosto repentina di azioni Tesla si sono aggiunte le (non nuove) polemiche con la Cina.

Questa volta nel mirino del Governo cinese c’è la sua azienda Starlink, una flotta di satelliti che porta internet in tutto il mondo anche nelle zone più remote della terra, che avrebbe rischiato di creare collisioni con la stazione spaziale cinese obbligando gli astronauti a manovre molto delicate per evitare problemi con l’azienda di Elon Musk.

I social cinesi, dopo la notizia ufficiale presentata all’Agenzia spaziale Onu, si sono letteralmente riempiti di insulti nei confronti del fondatore di Tesla accusandolo di essere “una nuova arma anti-cinese creata dal governo e dai militari degli Stati Uniti”.

Elon Musk

Sarebbero due gli incidenti incriminati dalle autorità del paese comunista e si sarebbero verificati, secondo il documento dell’Agenzia, rispettivamente il 1° luglio e il 21 ottobre 2021. La stazione spaziale Tiangong sarebbe stata costretta per ben due volte ad effettuare complesse, rischiose e costosissime manovre di emergenza per evitare un incidente “spaziale”. Starlink, gestito da SpaceX, ha portato in orbita attorno alla Terra più di 1.600 satelliti ed ha ricevuto dalla Federal Communications Commission Usa l’autorizzazione per lanciarne fino a 12mila.

L’organizzazione delle Nazioni Unite che vigila sullo spazio sta analizzando i recenti episodi.

I fatti esposti dal Governo Cinese sono tuttora oggetto di un’analisi indipendente” ha fatto sapere l’Onu.

Per motivi di sicurezza, la Stazione spaziale cinese ha implementato un controllo preventivo per evitare le collisioni”, ha rilanciato Pechino.

Il rapporto conflittuale tra Musk e la Cina su Tesla

Questa vicenda è un tassello in più al burrascoso rapporto tra Elon Musk e la Cina che in passato (e ancora oggi) hanno dovuto gestire una conflittualità sulle auto elettriche. L’assemblaggio, le terre rare, le materie prime che fanno parte della catena di montaggio di Tesla hanno in Cina il grosso know how, ma la creatura di Musk ha anche il suo mercato più profittevole.

Xi Jinping

Pur di attirare Tesla, il governo di Xi Jinping ha riformulato le severissime regole per le case d’automobili straniere. La Cina aveva puntato molto su Elon Musk considerandolo un imprenditore visionario, ma soprattutto indipendente e al di fuori di ogni appartenenza politica; un mix perfetto per dare linfa ad un mercato che sta andando sempre di più verso l’energia pulita anche ad oriente.

Musk dal canto suo ha bisogno della Cina per la Tesla Gigafactory 3: un enorme stabilimento che si estende su ben 864.885 metri quadri, impiegando oltre 2mila dipendenti e che garantirà  da solo 345 milioni di dollari in tasse allo Stato cinese a partire dal 2023.


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Idrogeno

Coradia Stream il primo treno a Idrogeno inizia le sue sperimentazioni

Il primo treno Coradia Stream alimentato ad idrogeno ha lasciato lo stabilimento Alstom di Savigliano per raggiungere quello di Salzgitter, in Germania, ed essere sottoposto ai primi test statici con l’idrogeno e test dinamici a bassa velocità.

Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Eventi

Venerdì  23 febbraio a Genova nasce CTE-Genova-Opificio digitale per la Cultura

Venerdì  23 febbraio presso l’Ex Stazione di Prà, in via Prà 39 a Genova viene inaugurato il progetto CTE-Genova-Opificio digitale per la Cultura che punta a favorire e promuovere nuove opportunità di sviluppo per le imprese,  per le start-up e le piccole e medie imprese, per realizzare e offrire soluzioni innovative per il settore della cultura e della creatività. (altro…)


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Innovazione

Presentato il progetto Torino Innovation Mile per riqualificare l’area tra il Politecnico e l’Environment Park

E’ stato presentato il progetto “Torino Innovation Mile” che punta a riqualificare l’area del passante ferroviario di Torino, 200 mila metri quadri per l’Innovazione tra il Politecnico e l’Environment Park, che comprende le Ogr e Porta Susa. Torino Innovation Mile punta a svilupparsi su due aree allineate: la prima di 52mila metri quadrati tra Porta Susa e le Ogr, l’altra di 143mila nei pressi del centro di ricerca Environment Park.

Il comitato promotore, composto da Environment Park, Infra.To, Lift, New Cleo, Nexto, Planet, Ogr e Politecnico di Torino, si propone di coinvolgere altri attori interessati. Le aree sono di proprietà delle Ferrovie dello Stato, con cui il comitato ha già iniziato le discussioni e ha programmato ulteriori incontri. Il progetto vuole attrarre investitori, incluse le stesse Ferrovie, per far sì che le aree vengano assegnate e il progetto possa partire.

L’obiettivo è attrarre investitori, inclusi le stesse Ferrovie, per avviare il progetto e trasformare le aree abbandonate in un polo di sviluppo e innovazione. Il progetto vuole concentrarsi sulla sostenibilità e l’innovazione.

Il progetto prevede due aree, una tra Porta Susa e le Ogr e l’altra intorno all’Environment Park, con edifici aperti e sostenibili, spazi dedicati alla ricerca e una componente residenziale per universitari e il mercato.

Le aree in questione sono di proprietà delle Ferrovie dello Stato, con le quali il comitato ha già avuto avviato le interlocuzioni: il prossimo appuntamento è fissato il 12 marzo.

“Dopo mesi, se non anni – ha dichiarato il presidente del comitato Davide Canavesio, insieme ai vice Giacomo Portas e Stefano Corgnati – finalmente presentiamo qualcosa di concreto: un comitato che mette insieme un mix di soggetti fra i più dinamici e innovativi del Nord-Ovest. Vogliamo che questi terreni oggi abbandonati possano diventare un luogo iconico, che porti sviluppo e innovazione sul territorio”.

“Pensiamo – ha aggiunto l’architetto Benedetto Camerana – “a edifici aperti e plurali: ci saranno tetti verdi e facciate verdi, messaggio del fatto che al loro interno si fa ricerca green. Ogni azienda avrà il suo spazio, ma ci sarà anche un 40% riservato al residenziale, per universitari e per il mercato”.


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Suggerimenti per te

Seguici via Whatsapp

Iscriviti alla nostra Newsletter

Suggerimenti

Ultimi Articoli

Suggerimenti per te

Covering Climate Now

Suggerimenti per Te

Startup on Air

Startup Onair

Suggerimenti

CO2WEB