fbpx

In volo Crew Dragon la navicella di Space X che farà da taxi per la Stazione Spaziale riaprendo ai viaggi nello spazio

Da Cape Canaveral, in Florida, è stata lanciata sabato 2 marzo nello spazio la capsula Crew Dragon realizzata dalla SpaceX di Elon Musk che appena possibile sarà usata per portare astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale. Il razzo Falcon 9 usato per lanciare la Crew Dragon è atterrato su una piattaforma nell’oceano e potrà  essere riutilizzato.

A bordo non c’erano  astronauti, ma  un manichino collegato ad alcuni sensori che permetteranno di capire a quali condizioni sarebbe sottoposto un passeggero umano. Il manichino è simile a Starman che SpaceX aveva messo nella Tesla mandata nello Spazio un anno fa e si chiama Ripley, in omaggio a Ellen Ripley, la protagonista di Alien.

La diretta della missione

L’arrivo della capsula alla Stazione Spaziale è previsto alle 9,30 italiane di domenica 3 marzo. La capsula Crew Dragon sperimenterà il sistema di aggancio autonomo e l’equipaggio della Stazione Spaziale entrerà nella capsula per scaricare i 200 chilogrammi di materiali e rifornimenti e per caricare il materiale da portare a Terra.

Gli Space Shuttle non sono più operativi dal 2011 e per spedire astronauti nello Spazio si usano le Soyuz russe che si fanno pagare 80 milioni di dollari per persona. Il volo di SpaceX serve a dimostrare di poter essere affidabile per la NASA e ricevere  permessi e finanziamenti necessari per portare uomini nello Spazio. Il primo volo con esseri umani potrebbe essere organizzato già entro quest’anno.

Si tratta dell’inizio di una nuova collaborazione fra privato e pubblico per riprendere la colonizzazione dello spazio. La NASA ha investito 6,8 miliardi di dollari per i taxi spaziali insieme a SpaceX e Boeing.

Secondo la NASA : “Il bellissimo lancio di oggi apre un nuovo capitolo nell’eccellenza degli Stati Uniti, avvicinandoci a far volare di nuovo astronauti americani su razzi americani dal suolo americano. Questo primo lancio di un sistema spaziale progettato da un’azienda commerciale attraverso una collaborazione pubblica-privata è un passo rivoluzionario sulla strada tesa a portare uomini sulla Luna, Marte e oltre”.

Per Elon Musk, che ha fondato SpaceX nel 2002: “E’ stato molto stressante. Ma ha funzionato. Dobbiamo ancora agganciare la ISS e tornare indietro, ma i momenti più rischiosi sono alle spalle”.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay