Lungo le sponde del Pellice sono in grande diminuzione i nidi di Trota Salmonata

Lungo le sponde del torrente Pellice ci sono pochissimi nidi dove vengono deposte le uova di Trota Salmonata, siamo a qualcosa di più del 10% dello scorso anno nel censimento fatto dal Parco del Monviso con il Servizio Tutela fauna e flora della flora della Città Metropolitana di Torino.

La probabile causa è stata la piena eccezionale dello scorso novembre che ha cambiato l’assetto del torrente rendendolo meno praticabile alle trote per cui i pesci hanno cercato più a monte, lungo i torrenti Cantogno o Ghiandone, un ambiente più idoneo per la deposizione delle uova.
Resta il problema che troppa pesca, continui lavori in alveo, protezioni spondali e sversamenti sono segni di una gestione poco accorta.
I fiumi non sono in grado di sostenere a lungo termine popolazioni ittiche e di resistere ai cambiamenti climatici.

Vai alla barra degli strumenti