Multiversum: l’approccio alla blockchain all’italiana

La Blockchain sta cambiando il mondo: le possibilità offerte da questa tecnologia sono innumerevoli. Nata per rivoluzionare i pagamenti con la creazione delle monete virtuali, negli anni anche la blockchain stessa è cambiata.

Prima Ethereum, con un maggiore livello di sicurezza e la possibilità di gestire contratti intelligenti. Poi la terza generazione, che aumenta l’efficienza di questo registro virtuale.
Multiversum viene definita orgogliosamente dai suoi creatori la “blockchain di quarta generazione”, perché ne rivoluziona il concetto stesso, espandendolo oltre il mondo delle criptovalute.

Ma che differenza c’è tra Multiversum e le criptovalute tradizionali? “Dei circa 1500 prodotti crypto sul mercato, non più di una dozzina sono protocolli complessi, altre sono solo monete speculative”, spiega Andrea Taini, Founder e Visioner di Multiversum. “Di queste nessuno gestisce i dati come vorrebbe fare Multiversum”.

Multiversum non fa speculazione. L’obiettivo finale offerto da questo team di sviluppatori e creativi italiani è quella di sviluppare un Crypto Database Relazionale. Un sistema pensato per mettere in relazione diverse tipologie di dati per effettuare operazioni complesse.

Un sistema per istituzioni pubbliche e soggetti privati abituati ad avere a che fare con registri enormi, con migliaia e migliaia di persone e dati. E che, grazie alle possibilità offerte dalla blockchain, potranno organizzarli e gestirli in maniera veloce, certificata, tracciabile e sicura. Ecco perché la blockchain evoluta di Multiversum mira a conquistare il mondo industriale, istituzionale e finanziario.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.