Contiamoci.com, le buone pratiche che contano

Contiamoci.com è la community delle buone abitudini green, che raccoglie, collauda, diffonde buone pratiche green. E’ tra le protagoniste della XVI edizione di Manualmente, il Salone della creatività, in programma dal 21 al 24 settembre 2017 a Lingotto Fiere di Torino, un’edizione che quest’anno dedicata ampio spazio ai temi del riuso e del riciclo.

La community è nata nel febbraio 2012 da un idea di Greta Golia e Silvano Stralla – torinesi e compagni di vita e di avventura in questo nuovo progetto – dopo un percorso individuale di cambiamento di stili di vita. Hanno iniziato a ridurre i loro acquisti, a fare scelte consapevoli inerenti al consumo e l’acquisto di beni e prodotti senza imballaggi scegliendo una filiera corta e controllata, informandosi su quali ingredienti e cibi mettevamo nel piatto fino ad arrivare a sperimentare autoproduzione di detersivi e riduzione degli sprechi.

Nel loro percorso di riduzione e cambiamento hanno però incontrato grosse difficoltà nel reperire informazioni e soprattutto nella condivisione dei loro progressi. E’ così che hanno sentito forte il bisogno di condividere e confrontarsi con chi aveva fatto gli stessi passi prima di loro.

Stanchi e un pò stressati di sentirsi dire che le tante piccole cose che avevano iniziato a fare per vivere in maniera più sostenibile – dalla raccolta differenziata al muoversi sempre meno in auto – erano solo delle gocce nel mare, hanno deciso che era arrivato il momento di misurare l’impegno di chi riduce il proprio impatto sull’ambiente, mossi dalla convinzione che più persone, tutte insieme, possono fare la differenza. Quando si sono accorti che altre persone avevano bisogni simili ai loro è nato Contiamoci. “Contare quante persone adottano buone abitudini green e avere un posto online dove insegnarsele a vicenda – spiega Greta – riduce la fatica e stimola l’apprendimento attraverso i progressi e le esperienze di altri”.

Su contiamoci è possibile caricare buone pratiche green, commentare quelle che ci sono già, fare domande alla community e tenere traccia dei propri progressi usando un contatore chiamato “Contami”, una goccia che racchiude il concetto che poche gocce alla volta aumentano il mare del cambiamento. Inoltre, è possibile commentare le buone pratiche caricate, fare domande e ricevere risposte, supporto e aiuto proprio come accade nelle altre grandi community sul web.

Sono oltre 2600 gli iscritti alla community e si dividono in due grosse categorie: chi ha già in atto un cambiamento del proprio stile di vita e sente il bisogno di confrontarsi sui temi a lui cari, che ha voglia di comunicare e diffondere le difficoltà e le vittorie e a cui va incontro ogni giorno. E poi c’è chi invece osserva, impara, prende spunto e ispirazione fino a quando esce dall’anonimato e condivide con gioia i passi che è riuscito a fare. Ogni iscritto ha la possibilità di adottare nuove abitudini green col proprio ritmo e i propri tempi senza giudizio e senza nessun competizione.

Ad oggi su Contiamoci ci sono più di 800 buone pratiche divise in categorie che sono come gli ambienti di una casa (salotto, cucina, bagno, camera da letto). La buona pratica che ha più Contami è Fare la raccolta differenziata, seguita da Il ritorno della saponetta . Le due più apprezzate in quanto a discussioni e commenti generati sono Overshoot day  – ovvero il giorno in cui la domanda dell’umanità, per le risorse e i servizi ecologici, supera quella che la Terra riesce a rigenerare in quel determinato anno – seguita da Decluttering, eliminare gli oggetti superflui .

A Manualmente, Contiamoci.com accoglierà, per tutta la durata del Salone, diverse creative e alcune realtà associative all’interno del proprio stand. Verranno organizzati laboratori sul riuso e il riciclo con l’obiettivo di dare origine a buone pratiche green da mettere subito in pratica.

Chi parteciperà ai workshop imparerà a creare dei manufatti che sostituiscono molti oggetti usa e getta, dando anche vita ad una buona abitudine green: dal porta-borraccia con cravatte, al tovagliolo di stoffa che con poche cuciture diventa un porta-posate da borsetta, il raccogli mozziconi con camere d’aria o la tecnica giapponese del furoshiki che si rifà al tipico involucro quadrato di stoffa, tradizionalmente utilizzato in Giappone per trasportare vestiti, regali e altri beni, che permette di recuperare stoffe, anche preziose e decorate, che diventano un packaging eco-friendly per i regali, spugne con le retine dei limoni e tanto altro.

 

Greta e Silvano sono sempre più convinti che per fare massa critica e quindi fare in modo che una nuova abitudine diventi radicata in ognuno di noi c’è bisogno di molta diffusione e anche tanta pratica. “Molte ricerche sul campo dimostrano – spiega Greta – che prima che un’abitudine si radichi in noi ci vogliono da un minimo di 21 gg fino a sei mesi. Su Contiamoci tenere traccia dei propri progressi e parlarne con la community fa sì che il sapere di non essere solo una goccia nel mare diventi invece un valore a cui aggrapparsi”.

Un pensiero riguardo “Contiamoci.com, le buone pratiche che contano

Vai alla barra degli strumenti