Seguici su

Innovazione

Nasce Giappichelli EDU, start-up per sviluppare soluzioni innovative per l’insegnamento e l’apprendimento universitario

È l’ora dell’EdTech in università e di nuovi strumenti digitali, metodologie di insegnamento all’avanguardia. Un ambito che promette di dare un forte aiuto al sistema universitario italiano, in ritardo su scala europea, ma che richiede competenze e spessore scientifico.

È in questo contesto che nasce Giappichelli EDU, la società benefit del Gruppo Giappichelli. Una realtà che intende mettere a disposizione l’esperienza centenaria della casa editrice – primo editore nelle facoltà di Giurisprudenza e solidamente sul podio anche in quelle di Economia – per sviluppare soluzioni innovative per l’insegnamento e l’apprendimento universitario nel campo delle scienze sociali.

Il lavoro, di quello che si propone di essere il centro di R&D del Gruppo Giappichelli, servirà a sviluppare percorsi e proposte innovative per docenti e studenti che in Italia si trovano alle prese con un sistema che mostra le proprie debolezze rispetto al contesto europeo. La media UE della popolazione tra i 25 e i 34 anni con un titolo universitario è del 41% (dati Eurostat 2021) e l’obiettivo che l’Unione si è data per il 2030 è portare questa percentuale al 45%. L’Italia però è in fortissimo ritardo e con il proprio 28% è al penultimo posto in Europa.

Il nostro Paese, inoltre, dedica all’istruzione solo il 4% del Pil, rispetto alla media europea del 4,7%. A livello universitario e scolastico è alto il tasso di abbandoni che varia molto, però, a livello geografico, passando dal 9,6% nel Nord-Est al 15% al Sud (dati Unimpresa).

La proposta formativa di Giappichelli EDU si concentrerà sullo sviluppo di una piattaforma didattica che presenterà dei format digitali per l’insegnamento e dei toolkit per lo studio. Si tratta di strumenti e contenuti sperimentali che saranno testati nel corso dell’a.a. 2022/2023 e resi disponibili nel corso del prossimo anno accademico.

La nuova generazione della famiglia Giappichelli è alla guida di questa nuova avventura. Giulia Giappichelli, amministratore delegato della società benefit, dichiara: “Inauguriamo una start-up EdTech con 101 anni di esperienza: un unicum assoluto. La domanda da cui siamo partiti è: come possiamo migliorare la qualità della preparazione della nostra futura classe dirigente? Una classe dirigente che dovrà affrontare questioni complesse che necessitano di competenze e strumenti evoluti. Giappichelli EDU intende sviluppare prodotti didattici di nuova generazione che diano un contributo significativo alla formazione terziaria e che possano avere un impatto nella qualità della preparazione accademica degli studenti”.

“Da quel 5 ottobre 1921 quando è cominciato il nostro cammino, esattamente 101 anni fa, siamo sempre stati al fianco dei docenti e degli studenti. Mai come in questi anni però ci siamo trovati al centro di una transizione sociale e culturale che trasformerà le modalità di trasmissione della conoscenza”, afferma Giuliano Giappichelli, amministratore delegato di Giappichelli Editore e azionista di Giappichelli EDU. “Il libro rimane lo strumento formativo in grado di superare ogni crisi e ogni cambiamento e sarà centrale anche nello studio di domani, ma al contempo il digitale è un ecosistema oramai ben radicato nella vita delle persone. Il ruolo dell’editore deve superare il dualismo analogico/digitale e deve guardare alla produzione culturale come un sistema integrato in grado di intercettare e selezionare contenuti, linguaggi e competenze utili a trasformare il sapere e capace di rispondere quotidianamente alle mutevoli necessità di chi insegna e di chi studia”.

Il contesto globale in cui si inserisce Giappichelli EDU è quello di un rapido sviluppo del settore EdTech, che ha raggiunto nel mondo i 106 miliardi di dollari di valore nel 2021 e secondo le stime di Grand View Research ha il potenziale per veder crescere il fatturato globale a 377 miliardi di dollari nel 2028.

Il progetto è fortemente connesso alla ricerca e all’innovazione didattica in ambito accademico e si avvale di un comitato scientifico, con la funzione di advisory, che raduna alcuni tra i più brillanti docenti nel campo giuridico e dell’innovazione didattica. I membri del comitato sono: Prof.ssa Susanna Sancassani Responsabile di METID, Metodi e Tecnologie Innovative per la Didattica del Politecnico di Milano, Prof.ssa Maria Teresa Carinci, Docente Ordinario di Diritto del Lavoro, Direttrice di Dipartimento di Diritto Privato e Storia del Diritto presso l’Università degli studi di Milano, Prof. Fulvio Cortese, Docente Ordinario di Diritto Amministrativo e Direttore di Dipartimento di Giurisprudenza presso l’Università Trento, Prof. Antonio Punzi, Docente Ordinario di Metodologia della Scienza Giuridica e Direttore di Dipartimento di Giurisprudenza presso l’Università Luiss, Prof. Francesco Viganò, Giudice della Corte Costituzionale e Docente Ordinario di Diritto Penale all’Università Bocconi.

Nel progetto Giappichelli EDU sono coinvolti professionisti della formazione, project manager, instructional designer e content editor con un programma di lavoro quinquennale e un investimento complessivo fino ad un milione di euro.

Al fianco di Giappichelli EDU c’è un partner tecnologico come Synesthesia. La digital experience company torinese che, come Giappichelli EDU, è una società benefit impegnata da oltre dieci anni nel campo dell’open innovation e delle esperienze digitali.

“In Synesthesia crediamo fermamente nell’importanza di fornire a tutti gli strumenti necessari per raggiungere i propri obiettivi professionali. Riteniamo che sia essenziale colmare sempre di più il gap a livello formativo, soprattutto universitario, che ci separa dagli altri Paesi dell’Unione Europea. Per tutti questi motivi abbiamo deciso di prendere parte attivamente al progetto Giappichelli EDU e mettere a disposizione il nostro know how tecnologico e creativo e l’esperienza maturata negli anni nella realizzazione di piattaforme per l’e-learning” afferma Francesco Ronchi, president e founder di Synesthesia SB.


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Idrogeno

Coradia Stream il primo treno a Idrogeno inizia le sue sperimentazioni

Il primo treno Coradia Stream alimentato ad idrogeno ha lasciato lo stabilimento Alstom di Savigliano per raggiungere quello di Salzgitter, in Germania, ed essere sottoposto ai primi test statici con l’idrogeno e test dinamici a bassa velocità.

Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Eventi

Venerdì  23 febbraio a Genova nasce CTE-Genova-Opificio digitale per la Cultura

Venerdì  23 febbraio presso l’Ex Stazione di Prà, in via Prà 39 a Genova viene inaugurato il progetto CTE-Genova-Opificio digitale per la Cultura che punta a favorire e promuovere nuove opportunità di sviluppo per le imprese,  per le start-up e le piccole e medie imprese, per realizzare e offrire soluzioni innovative per il settore della cultura e della creatività. (altro…)


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Innovazione

Presentato il progetto Torino Innovation Mile per riqualificare l’area tra il Politecnico e l’Environment Park

E’ stato presentato il progetto “Torino Innovation Mile” che punta a riqualificare l’area del passante ferroviario di Torino, 200 mila metri quadri per l’Innovazione tra il Politecnico e l’Environment Park, che comprende le Ogr e Porta Susa. Torino Innovation Mile punta a svilupparsi su due aree allineate: la prima di 52mila metri quadrati tra Porta Susa e le Ogr, l’altra di 143mila nei pressi del centro di ricerca Environment Park.

Il comitato promotore, composto da Environment Park, Infra.To, Lift, New Cleo, Nexto, Planet, Ogr e Politecnico di Torino, si propone di coinvolgere altri attori interessati. Le aree sono di proprietà delle Ferrovie dello Stato, con cui il comitato ha già iniziato le discussioni e ha programmato ulteriori incontri. Il progetto vuole attrarre investitori, incluse le stesse Ferrovie, per far sì che le aree vengano assegnate e il progetto possa partire.

L’obiettivo è attrarre investitori, inclusi le stesse Ferrovie, per avviare il progetto e trasformare le aree abbandonate in un polo di sviluppo e innovazione. Il progetto vuole concentrarsi sulla sostenibilità e l’innovazione.

Il progetto prevede due aree, una tra Porta Susa e le Ogr e l’altra intorno all’Environment Park, con edifici aperti e sostenibili, spazi dedicati alla ricerca e una componente residenziale per universitari e il mercato.

Le aree in questione sono di proprietà delle Ferrovie dello Stato, con le quali il comitato ha già avuto avviato le interlocuzioni: il prossimo appuntamento è fissato il 12 marzo.

“Dopo mesi, se non anni – ha dichiarato il presidente del comitato Davide Canavesio, insieme ai vice Giacomo Portas e Stefano Corgnati – finalmente presentiamo qualcosa di concreto: un comitato che mette insieme un mix di soggetti fra i più dinamici e innovativi del Nord-Ovest. Vogliamo che questi terreni oggi abbandonati possano diventare un luogo iconico, che porti sviluppo e innovazione sul territorio”.

“Pensiamo – ha aggiunto l’architetto Benedetto Camerana – “a edifici aperti e plurali: ci saranno tetti verdi e facciate verdi, messaggio del fatto che al loro interno si fa ricerca green. Ogni azienda avrà il suo spazio, ma ci sarà anche un 40% riservato al residenziale, per universitari e per il mercato”.


Google NewsRicevi le nostre ultime notizie da Google News - SEGUICI


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini per favorire l'attivazione di quanti condividono aspirazioni nuove e innovative su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation, salute.
.Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci concretamente attraverso Paypal o Satispay. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay


Continue Reading

Suggerimenti per te

Seguici via Whatsapp

Iscriviti alla nostra Newsletter

Suggerimenti

Ultimi Articoli

Suggerimenti per te

Covering Climate Now

Suggerimenti per Te

Startup on Air

Startup Onair

Suggerimenti

CO2WEB