Safer Internet Day 2022, in aumento le occasioni di formazione sulla sicurezza online

L’8 febbraio si celebra la Giornata Mondiale per la sicurezza in rete, anche conosciuta come Safer Internet Day. In Italia l’evento principale è organizzato online dal Ministero dell’Istruzione, con la presenza del Ministro Bianchi. Contestualmente, sono in programma eventi su tutto il territorio nazionale coordinati dal progetto Generazioni Connesse insieme a partner come l’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, la Polizia di Stato, Telefono Azzurro e Save the Children. Lo slogan scelto dalla Commissione Europea per accompagnare questa giornata è “Together for a better Internet”.

In occasione della giornata Generazioni Connesse, insieme a Skuola.net, Università degli Studi di Firenze e Sapienza Università di Roma – CIRMPA, ha presentato la sua ricerca annuale. Uno dei dati principali – riportati dal MIUR – è indicato dalla diminuzione di coloro che sono connessi per un tempo medio variabile dalle 5 alle 10 ore al giorno. Su un campione composto da più di duemila tra studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo e secondo grado, il 42% ha dichiarato di essere connesso così tanto tempo, dato in diminuzione rispetto al picco del 2020, seppur ancora alto rispetto al 23% del 2019. Quasi la metà (46%) delle ragazze e dei ragazzi coinvolti dichiara invece di trascorrere meno di 4 ore al giorno online.

Un dato molto positivo evidenziato inoltre dalla ricerca è costituito dal fatto che il 95% degli intervistati ha dichiarato di aver supportato coetanei o coetanee con consigli e suggerimenti per migliorare la propria esperienza digitale. Ad esempio molti consigli riguardavano l’attenzione alla condivisione dei propri dati sensibili, i rischi della diffusioni di immagini private sul web, la condivisione di dati sensibili di persone terze senza il loro consenso o la verifica dei mittenti di link che si ricevono.

A ciò si accompagna una continua crescita tra coloro che hanno ricevuto nell’ultimo anno informazioni e indicazioni per la sicurezza in rete. Trend positivo che si riflette anche sulla percentuale di chi ha ricevuto queste indicazioni a scuola dai propri docenti, che infatti si attesta al 31% – nel 2020 era al 12%. Tuttavia gran parte dei ragazzi e delle ragazze non conoscono il nuovo regolamento per il trattamento dei dati personali e si dichiarano preoccupati per il modo in cui questi vengono raccolti e utilizzati. Sarà importante perciò continuare su questa linea di crescita delle conoscenze e delle azioni di informazione, in modo che giovani – e non – siano sempre più a loro agio ma anche tranquilli nel conoscere il web, i suoi rischi e le sue potenzialità.

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay