No degli esperti UE alle proposte su nucleare e gas naturale

Nella giornata di venerdì 21 gennaio Ansa ha riportato che il gruppo di esperti dell’UE che ha partecipato alla costruzione della classificazione delle attività verdi ha scritto un documento in cui boccia le proposte finalizzate ad annoverare nucleare e gas naturale tra le attività “verdi”.

Destinato alla Commissione europea, il documento respinge in particolare l’opzione nucleare, che nonostante abbia emissioni quasi nulle, non rispetta la prerogativa di “non nuocere significativamente” ad altre attività presenti nella classificazione stilata – la cosiddetta tassonomia. Ad esempio, gli obiettivi di protezione delle risorse idriche, transizione verso un’economia circolare, prevenzione e controllo dell’inquinamento, protezione e ripristino di biodiversità ed ecosistemi potrebbero essere compromessi dall’utilizzo di questo tipo di energia.

Diverso è invece il discorso riguardo al gas naturale. Gli esperti non ne rifiutano in modo assoluto l’uso, ma pongono limitazioni alle emissioni che potrebbero consentire questo inserimento tra le attività sostenibili. La soglia individuata sarebbe di 100 g di CO2 per Kilowattora, sensibilmente più bassa rispetto a quelle proposte dalla Commissione di 270 g di CO2e/KWh per i nuovi impianti entro il 2030, e di 550 Kg di media annui di CO2e/KWh  per quelli usati per i picchi di domanda. Quest’ultime non sarebbero inoltre in linea con gli obiettivi dell’Accordo di Parigi del 2015.

Della stessa idea i ministri per l’energia di Austria, Belgio, Lussemburgo e Spagna, che in una lettera avevano indicato il regolamento con le due proposte presenti come un passo indietro, pericoloso anche per il segnale che si invierebbe ai mercati finanziari: gli investitori potrebbero respingere tutte le proposte o non concentrare gli investimenti verso le rinnovabili come sarebbe necessario. Dopo l’opinione degli esperti, la Commissione dovrebbe dunque decidere entro fine gennaio riguardo all’inserimento di nucleare e gas naturale nella lista delle attività “verdi” della tassonomia, che si adotterà poi nelle settimane seguenti.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay