I progetti nell’ambito Top Metro Fa bene sulla piattaforma Ginger

Nell’ambito del progetto Top Metro Fa Bene, parte il lancio di 4 progetti di crowdfunding sulla piattaforma Ginger per sostenere il tema del cibo in ottica di contrasto allo spreco, sviluppo dell’economia di prossimità e inserimento lavorativo a Grugliasco, Moncalieri, Rivoli e Venaria Reale.

Top Metro Fa Bene è un modello organizzativo volto allo sviluppo di ecosistemi di Economia sociale e solidale: il progetto, ideato e promosso da Città Metropolitana di Torino in partnership con S-nodi – che co-finanzia il progetto con fondi del Programma Azioni di Sistema di Caritas Italiana e Caritas Diocesana di Torino, si inquadra nell’ambito del Bando Periferie della Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con le Città di Collegno, Grugliasco, Rivoli, Moncalieri, Venaria Reale.

L’iniziativa Top Metro Fa Bene ha permesso di sviluppare cinque progetti, curati da altrettante reti di organizzazioni del terzo settore, che affrontano il tema del cibo in ottica di contrasto allo spreco, sviluppo dell’economia di prossimità e inserimento lavorativo.

Dopo un percorso di formazione a cura di Ginger sullo studio, l’ideazione e la promozione delle campagne di crowdfunding, sono state ideate 4 campagne.

Per le realtà del terzo settore lanciare una campagna di crowdfunding è l’opportunità per acquisire nuove risorse economiche, ma anche per sensibilizzare il territorio e coinvolgere la comunità per realizzare insieme un progetto concreto, definito e condiviso.

Progetto Ascoltaci bene, a Grugliasco, e la strade per i rider etici

Un’altra strada è possibile e il Gruppo Arco Scs la vuole costruire insieme per avviare un cambio di paradigma nel mondo del delivery e del commercio locale e di prossimità.

Con il progetto di crowdfunding, si vuole acquistare una cargo-bike con cui attivare un servizio di consegne a domicilio che sia sostenibile e rispettoso dell’ambiente, nonché che garantisca condizioni di lavoro eque al rider che la utilizzerà. Partendo da Grugliasco per arrivare a servire sempre più aree, abitanti e attività commerciali di Torino.

Progetto Hubbuffate, a Moncalieri, l’hub del cibo che genera valore

La Cooperativa Sociale Exeat ha costruito la prima rete di aziende agricole sociali della provincia di Torino, composta da aziende che scelgono di accogliere persone in difficoltà e dar loro un’opportunità lavorativa attraverso l’attivazione di nuovi tirocini.

Obiettivo della campagna di crowdfunding è far in modo che questa rete possa diventare una mappa decifrabile da chiunque, diffondendola e valorizzandola attraverso un sito e la realizzazione di una piattaforma interattiva che permetta di creare nuovi spazi in cui raccontare le storie di queste aziende agricole e di tutti i volti che le abitano.

Promuovere la vendita dei loro prodotti attraverso una piattaforma che le unisca significa contribuire a creare un’economia circolare fatta di sostenibilità non solo ambientale ma anche economica e sociale, dando nuova indipendenza a persone in difficoltà e rendendole protagoniste di un vero e proprio processo di empowerment.

Progetto Il pranzo è servito, a Rivoli, per aiutare le persone e l’ambiente

La Cooperativa Sociale Educazione Progetto Onlus da quasi un anno è presente sui mercati rionali della città di Rivoli per raccogliere le eccedenze di cibo dei banchi del mercato che, altrimenti, verrebbero sprecate e buttate via. Si tratta di cibo fresco e buono che viene selezionato e donato alle persone in condizione di fragilità economica e sociale.

In 8 mesi sono riusciti ad attrezzarsi per la gestione del servizio, ma servono ora altri fondi per poter continuare a offrire un rimborso economico a un operatore sociale che si occupi del coordinamento delle attività e che assicuri a tutte le famiglie che ne hanno bisogno di ricevere un supporto alimentare adeguato. Inoltre è necessario che i volontari possano mettersi a servizio della propria comunità in condizione di assoluta sicurezza, per questo serve garantire loro un’assicurazione.

Progetto ConservAzione, a Venaria Reale, per trasformare il cibo invenduto in prodotti conservabili

L’obiettivo del progetto “ConservAzione” è di risolvere problemi complessi con una semplice soluzione: trasformare il cibo invenduto in prodotti conservabili.

La Cooperativa Sociale L’ELICA ha iniziato la raccolta dell’invenduto dai mercati e allestito una social mensa: un luogo di formazione e inclusione sociale in cui è possibile dare una nuova vita ai prodotti che andrebbero sprecati e fornire pasti caldi per i più bisognosi.

Grazie alla campagna di crowdfunding si potrebbe ampliare il numero di persone a cui dare una mano, riducendo al tempo stesso gli sprechi alimentari e l’impatto ambientale.

Con la raccolta fondi, si punta all’acquisto di qualche attrezzatura con la quale migliorare le possibilità di conservazione degli alimenti, rendendoli più fruibili nel tempo, come un abbattitore, che può allungare la conservazione di prodotti freschi o cotti, permettendo il congelamento rapido e sicuro, e la macchina sottovuoto, che allunga i tempi di conservazione da 1 a 3 settimane.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay