Trafugati milioni di dati sensibili alla SIAE. Sul dark web 60 gigabyte di dati

Il Ransomware Team Everest dopo aver paralizzato il sistema informativo della SIAE Società italiana degli autori ed editori ha trafugato 8mila documenti riservati e hanno riversato circa 60 gigabyte di dati degli iscritti sul dark web. Si tratta di dati sensibili come carte di identità, patenti, tessere sanitarie e indirizzi.

I documenti messi in rete sono solo una piccola parte del database rubato alla società per cui é stato chiesto un riscatto di 3 milioni in bitcoin, che la Siae ha comunicatodi non essere intenzionata a pagare perché non c’è alcuna garanzia che la diffusione dei dati venga bloccata.

Il direttore generale Gaetano Blandini: “Abbiamo già provveduto a fare la denuncia alla Polizia postale e al Garante della privacy come da prassi. Verranno poi puntualmente informati tutti gli autori che sono stati soggetti di attacco. Monitoreremo costantemente l’andamento della situazione cercando di mettere in sicurezza i dati”.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay