L’ex Borsa Merci di Torino diventerà un laboratorio dell’Università dedicato alle scienze sociali per le aziende

Grazie ad un accordo tra Università di Torino e Camera di commercio, negli spazi dell’ex Borsa Merci di Torino saranno ospitati dei centri di ricerca delle cosiddette HSSH – Human Social Science and Humanities.

Sul tavolo un investimento di un milione e mezzo di euro per sistemare un’area di mille metri quadri con un progetto che mira a riqualificare l’intero quartiere con la collaborazione di centri di ricerca e impresa.

L’intero isolato sarà completamente rimesso a nuovo, a disposizione di studenti, imprenditori, cittadini e turisti che arriveranno in città per le Atp Finals dal 2021.

In tutto saranno 10 i dipartimenti dell’ateneo torinese coinvolti in un hub che porterà sul territorio della Circoscrizione uno spazio di mille metri quadrati, nato da una convenzione fra l’Università di Torino e la Camera di commercio, dove saranno ospitati laboratori realizzati con soluzioni tecnologiche innovative a disposizione delle aziende del territorio.

Grazie a un laboratorio immersivo di ambienti virtuali, si studieranno i comportamenti dei consumatori e la sperimentazione di nuovi prodotti e servizi attraverso l’applicazione delle più evolute tecnologie di studio del comportamento umano finalizzate alle esigenze delle imprese.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del bando di gara per l’affidamento delle opere e degli allestimenti necessari per la realizzazione del nuovo Polo parte concretamente l’iniziativa. Secondo quanto descritto nel bando pubblicato alla fine di novembre, il Polo dovrebbe essere pronto in 6 mesi dopo l’aggiudicazione dei lavori, poi la Camera di commercio di Torino concederà la sede dell’ex Borsa Merci in comodato d’uso per la durata di 20 anni.

La struttura HSSH Human Social Science Humanities with and For Industry 4.0 per la trasformazione digitale delle imprese e dei mercati prevede la realizzazione di laboratori hi-tech a disposizione delle imprese per lo studio dei comportamenti dei consumatori e la sperimentazione di nuovi prodotti e servizi, sia in contesti reali allestiti ad hoc sia in contesti di realtà virtuale immersiva.

Il progetto mira alla creazione di un ambiente polivalente improntato alla logica di flessibilità degli spazi suddiviso in una zona reception, un salone centrale con funzioni multiple e diversificate, e 6 aree destinate a diversi contesti di ricerca:Cave Immersive, Workstation, Meeting room, Flexible space, User centered design e Visualization Lab.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.