fbpx

Monopattini elettrici: anche a Torino la risposta è positiva

Il trend dei monopattini elettrici è destinato a crescere, ma le regole e le strutture mancano

Anche a Torino arrivano i monopattini elettrici in sharing nonostante le polemiche a causa di una multa di migliaia di euro ad un proprietario di monopattino e le conseguenti dimissioni del capo dei vigili urbani.

Dal 13 dicembre 2019 anche sotto la mole sarà possibile affittare il mezzo innovativo: saranno 3500 i mezzi a disposizione, ma le aziende saranno ben otto e per poterli usare si dovrà scaricare le app e cercare quello più vicino.

  • Bit mobility: il progetto è italiano ed è molto giovane essendo stato registrato a marzo 2019 a Bussolengo in provincia di Verona. Il costo è tra i più competitivi e a buon mercato poichè è di 1 euro a inizio noleggio e 0.15 euro al minuto. L’app è disponibile sia per Apple Store che per Google Play Store
  • Dott: è una startup di Amsterdam fondata nel 2018. Il costo è di 1 euro a inizio noleggio e 15 centesimi ogni minuto. L’app è disponibile sia per iOS e Android
  • Helbiz: startup italoamericana con sede a NewYork è stata la prima a portare in Italia lo sharing di monopattini elettrici. Il costo è di 1 euro a inizio noleggio e 0,15 euro al minuto. Anche questa azienda permette di scaricare l’app sia su Apple che Android.
  • Hive: azienda tedesca molto riconoscibile grazie ai suoi monopattini giallo fluo che a Torino saranno ben 500. Il costo è come per le precedenti aziende di 1 euro per sbloccare il noleggio e 0,15 euro al minuto
  • Tier: anche questa è una startup tedesca con sede a Berlino. Nasce proprio per dare una risposta alla domanda di mobilità sostenibile. Il costo è esattamente come le precedenti compagnie: 1 euro a inizio viaggio e 15 centesimi al minuto.
  • Lime: fondata negli USA nel 2015 è arrivata a essere valutata più di un miliardo. Lime porta 300 monopattini elettrici e costa 1 euro a inizio viaggio e 0,25 euro al minuto.
  • Bird: Anche questa è una startup statunitense. Arriva a Torino dopo una sperimentazione in varie città italiane, il costo è il più alto tra le aziende di sharing: 1 euro a inizio noleggio e 0,29 euro ogni minuto

Monopattini in sharing

Regole da seguire:

All’interno della ZTL non è consentito circolare nelle aree e nelle vie pedonali. In vie come Garibaldi non si può andare in monopattino, ma lo si deve tenere a mano a fianco.

  • Non si viaggia sui marciapiedi
  • Non si viaggia sotto ai portici
  • Non si può andare contromano nè nelle piste ciclabili con senso di marcia nè in strada
  • Non si può far trainare il mezzo da veicoli
  • Non possono andare due persone sullo stesso mezzo

I Monopattini non possono superare i 20 km/h e possono essere guidati solo da maggiorenni.

Dopo il tramonto è obbligatorio avere la segnalazione visiva per la notturna e gli utilizzatori dovranno avere giubbotti o bretelle catarifrangenti.

Il casco come l’assicurazione non sono obbligatori, ma consigliati vivamente visto il pericolo stradale e la non abitudine dei guidatori a questi mezzi innovativi.

 

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay