Fa Bene dal 9 marzo presente in sette mercati a Torino l’iniziativa di welfare circolare unica in Italia

Grazie ai fondi del programma AxTO sabato 9 marzo torna Fa Bene nei mercati cittadini di Torino con un un’esperienza di welfare circolare unica in Italia che dimostra come il capitale sociale di una città possa diventare risorsa economica a favore del bene comune.

Cresce da due a sette mercati cittadini il progetto torinese che dal 2014 distribuisce spese sospese e cibo fresco e di qualità in cambio di impegno a favore comunità.
Fa Bene  dal 9 marzo sarà presente in sette mercati cittadini: piazza Madama Cristina, piazza Foroni, corso Spezia, via Onorato Vigliani, via don Grioli, tettoia dei contadini di Porta Palazzo e corso Svizzera.
Il progetto è stato sostenuto nella sua crescita sistematica da S-nodi, incubatore di innovazione contro la povertà legato a Caritas Italiana e Caritas Torino.
A Torino, grazie alla partnership avviata da S-nodi con il Comune tramite la Rete delle Case del Quartiere, Coldiretti Torino, Città Metropolitana, i clienti dei mercati e dei negozi vengono invitati dai commercianti ad acquistare piccole quantità di cibo da donare alle famiglie del quartiere in difficoltà; a fine mattina il cibo donato viene raccolto insieme all’invenduto, smistato in pacchi e consegnato dai circa centocinquanta volontari a famiglie
dei quartieri, che, a loro volta, si impegnano a restituire quanto ricevuto in forma di servizi alla comunità.
Nei suoi primi quattro anni Fa Bene ha raccolto e donato 100 tonnellate di cibo fresco, per un valore di circa 200.000 euro, consegnate in 7.500 pacchi da 15 chili, contenenti frutta, verdura, ortaggi, legumi, pesce, carne, prodotti da forno, uova e latticini per un totale di 12.000 calorie per pacco.

LASCIA UN COMMENTO