Educazione Civica Digitale e Biblioteche

Educazione civica digitale in Piemonte: il ruolo delle biblioteche a supporto delle scuole, dei cittadini e dei lettori. E’ questo il tema di un corso di formazione in programma mercoledì 5 dicembre, dalle 9,30 alle 17, nel Salone d’onore del Circolo dei Lettori, in via Bogino 9, a Torino.

Il corso è organizzato dalla sezione Piemonte dell’Associazione Italiana Biblioteche, con il patrocinio di Regione Piemonte, Comune di Torino, Ordine dei giornalisti e Associazione Stampa Subalpina e in collaborazione con Torinoretelibri, la Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana di Settimo Torinese, il Sistema Bibliotecario dell’Area Metropolitana e il Circolo dei Lettori di Torino.
Scopo del workshop è creare una consapevolezza diffusa circa l’importanza dell’educazione civica digitale, individuando le possibili strategie di collaborazione tra i diversi attori coinvolti, con particolare attenzione al ruolo di biblioteche e scuole.
Nell’era delle fake news le biblioteche possono mettere a disposizione la loro tradizionale funzione di mediazione dell’informazione per stimolare nei lettori le competenze informative, vale a dire la capacità di identificare, individuare, valutare, organizzare, utilizzare e comunicare le informazioni. Tuttavia, nella fase attuale di accelerazione e aumento delle fonti di informazione, aumento della violenza in rete, aumento dei servizi, dei contenuti e delle piattaforme disponibili, i bibliotecari e le bibliotecarie sono anche chiamati ad agire sulle competenze digitali a 360 gradi e a specializzarsi sempre più sui temi della cultura e della creatività digitale.
Nel corso della giornata verrà presentato il progetto formativo sulle competenze digitali, promosso dalla Fondazione Esperienze Metropolitane di Settimo Torinese, con il sostegno della Regione Piemonte e il patrocinio dell’Associazione Italiana Biblioteche. Il progetto avrà come principali destinatari bibliotecarie e bibliotecari piemontesi.

PROGRAMMA

9,30 Saluti istituzionali di:
AIB – Enzo Borio
Regione Piemonte – Antonella Parigi
Regione Piemonte – Città di Torino

10,00 Sessione mattutina
Come cambia lo scenario culturale con la rivoluzione digitale? Quali problemi? Quali opportunità?
Modera: Ordine dei giornalisti
Stefano Moriggi (Università degli Studi di Milano Bicocca) – La natura tecnologica del sapere
Peppino Ortoleva (Università degli Studi di Torino) – Il cittadino e la comunicazione: per un’educazione riflessiva
Paolo Piacenza (Master in Giornalismo – Università degli Studi di Torino) – Giornalismo e pubblica opinione, appunti dalla rivoluzione digitale.
Ornella Russo (CNR Bologna) – La biblioteca come ambiente di apprendimento al tempo di Google, social media e fake news
Luigi Catalani (Wikimedia Italia) – Wikipedia come strumento di educazione civica digitale
Emmanuele Curti (Parole O_Stili) – Parole O_Stili e la scrittura: le ‘teche’ di una parola liberata

12,30 – Domande/Dibattito

14,30 Sessione pomeridiana
Cultura e creatività digitale
Modera: Silvia Alparone
Lorenzo Benussi (Fondazione per la Scuola Compagnia di San Paolo) – Riconnessioni – Educazione al futuro
Claudia Molinari e Matteo Pozzi (We are muesli) – Il gioco come esperienza culturale
Eleonora Pantò (Associazione Dschola) – Perché parlare di social media in biblioteca
Tomaso Boyer e Jacopo Gottlieb (Associazione culturale Manitoba) – Torino 12 giugno 1940. La realtà virtuale come strumento di engagement
Paolo Giovine (Pubcoder) – Oltre il duplex: affrontare il cambiamento
Augusta Giovannoli (Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana) – Sapere digitale in biblioteca

16,30 – Conclusioni: Maurizio Lana (Università del Piemonte Orientale)

17,00 – Chiusura dei lavori

LASCIA UN COMMENTO