E’ partita a Torino la Summer School Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Pubblici Locali

E’ partita a Torino la Summer School Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Pubblici Locali organizzata dalla Fondazione per l’Ambiente – Turin School of Local Regulation , che si terrà a Torino dal 3 al 14 settembre.

La Turin School of Local Regulation, un’iniziativa di Fondazione per l’Ambiente, organizza ogni anno a settembre a Torino una summer school di due settimane sulla regolazione dei servizi pubblici locali, iniziativa unica nel suo genere a livello internazionale. Tutto ciò che riguarda demanio, patrimonio, partecipate, tariffe dei servizi pubblici locali (acqua, rifiuti, distribuzione di energia elettrica, teleriscaldamento, trasporto pubblico locale, gestione di infrastrutture), morosità, partenariato pubblico-privato, concessioni, oggi viene alla ribalta anche a livello internazionale a causa della crisi della finanza locale, dei problemi specifici legati alla governance dei servizi ed all’innovazione richiesta per la realizzazione dei progetti smart-cities.
In questo contesto, la Turin School of Local Regulation cerca di proporre un approccio ragionato e strategico alla gestione e regolazione locale. Dalla sua internazionalizzazione avvenuta nel 2009, l’interesse per la Summer School è sempre cresciuto, come dimostrato dai numeri: 787 candidature da 103 diversi Paesi ricevute per l’edizione 2018, tra le quali sono stati selezionati i 23 partecipanti che dal 3 al 14 settembre seguiranno a Torino lezioni in aula e presentazioni di casi studio internazionali, visiteranno impianti situati sul territorio regionale (Termovalorizzatore TRM, Impianto di depurazione SMAT), lavoreranno in gruppi divisi per specifici argomenti.

I candidati di alto profilo di quest’anno provengono da 22 Paesi differenti (Albania, Armenia, Brasile, Bulgaria, Cina, Colombia, Germania, Ghana, Giordania, India, Italia, Libano, Liberia, Lituania, Malesia, Nigeria, Palestina, Polonia, Trinidad e Tobago, Ungheria, Vietnam).

LASCIA UN COMMENTO