21^ Cinemambiente – Intelligenze

Il 31 maggio parte la 21ª edizione di Cinemambiente, il film festival fondatore del Green Film Network, associazione che riunisce i più importanti festival cinematografici internazionali a tematica ambientale.

Dal 2006 Cinemambiente è organizzato dal Museo Nazionale del Cinema – Fondazione Maria Adriana Prolo e diretto da Gaetano Capizzi, fondatore del Festival stesso.

L’edizione di quest’anno è cresciuta nel numero di iscrizioni (+30% rispetto al 2017) con una cifra record di oltre 3200 film. La selezione ha ridotto il numero a 118 titoli che si dividono nelle 4 sezioni competitive del Festival: Concorso internazionale documentari, Concorso internazionale One-hour, Concorso documentari italiani, Concorso internazionale cortometraggi, e nella sezione autonoma Cinemambiente Junior, una novità di quest’anno dedicata alle Scuole Primarie e Secondarie di primo e secondo grado. È presente inoltre la sezione Panorama dedicata ai film fuori concorso.

L’apertura del Festival è affidata a Anote’s Ark di Matthieu Rytz, un film di denuncia presentato all’ultimo Sundance Film Festival, che racconta la battaglia contro l’innalzamento delle acque di Anote Tong, Presidente della Repubblica Insulare delle Kiribati, ospite del Festival al termine della proiezione. Alla serata inaugurale sarà presente, da tradizione, Luca Mercalli che esporrà il suo annuale rapporto sullo stato del Pianeta.

Il titolo di questa edizione è Intelligenze. Diversi sono i film che analizzano un possibile futuro in cui, oltre ai fenomeni negativi a lungo termine di cui possiamo già intravedere gli inizi, si prevede modelli economici, sociali e politici per una più efficace tutela dell’ambiente. A questi modelli contribuiscono scienza e tecnologia che ci aiutano con intelligenze naturali e artificiali a raggiungere uno sviluppo sostenibile e un uso razionale e responsabile delle risorse.

La chiusura di Cinemambiente spetta a In Praise of Nothing di Boris Mitić, una riflessione poetica sul Nulla e sul nostro Pianeta, narrata da Iggy Pop con le immagini di sessantadue direttori della fotografia di tutto il mondo.

Il premio speciale Movies save the planet viene assegnato a Fernando E. Solanas, un regista argentino che coniuga la sua passione per le arti con l’impegno politico e sociale.

Come ogni anno, anche la 21ª edizione termina il 5 giugno, in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Ambiente dell’Onu, che ha come motto #BeatPlasticPollution If you can’t reuse it, refuse it perché dedicata alla lotta contro la plastica monouso.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.