Secondo Organizzazione Meteorologica Mondiale nel 2016 nuovo record di concentrazione di CO2 nell’astmosfera:

Secondo l’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo) le concentrazioni di diossodio di carbonio CO2 nell’atmosfera terrestre, responsabili dei cambiamenti climatici, hanno raggiunto un nuovo record nel 2016 e potrebbero determinare un innalzamento pericoloso delle temperature.

Il livello della CO2 nell’aria è passato dai 400 parti per milione del 2015 ai 403,3 ppm del 2016. . Le cause della crescita sono dovute a una combinazione di attività umane e a una forte presenza di El Niño.  un fenomeno climatico periodico che provoca un forte riscaldamento delle acque dell’Oceano Pacifico Centro-Meridionale e Orientale nei mesi di dicembre e gennaio in media ogni cinque anni.

Secondo gli esperti, se smettessimo di immettere anidride carbonica nell’atmosfera già da oggi, ci vorrebbero decine di anni per scendere al di sotto del livello critico raggiunto di oltre 400 ppm.

Secondo Wmo  “L’ultima volta che la Terra ha conosciuto un livello di anidride carbonica simile fu tra i 3 e i 5 milioni di anni fa: la temperatura allora era tra i 2 e i 3°C superiore a quella odierna e i livelli del mare da 10 a 20 volte al di sopra di quelli attuali. Se non saranno ridotte drasticamente le emissioni di CO2 andremo incontro a un rapido aumento della temperatura entro la fine del secolo e ben oltre la soglia stabilita dagli accordi di Parigi sul clima”.

 

Vai alla barra degli strumenti