Corporate Surveillance in Everyday Life

Quando usiamo i nostri smartphone, tablet e simili, lasciamo tracce, informazioni e dati sempre più a disposizione di terzi che li usano secondo le regole della privacy, e terzi che invece, solo per il fatto di averli “trovati”, ritengono di poterli usare per scopi vari senza il nostro consenso.

“Negli ultimi anni, un’ampia gamma di aziende ha iniziato a monitorare, tracciare e seguire le persone in ogni aspetto della loro vita . I comportamenti, i movimenti, i rapporti sociali, gli interessi, le debolezze e i momenti più privati ​​di miliardi di persone vengono ora costantemente registrati, valutati e analizzati in tempo reale. Lo sfruttamento delle informazioni personali è diventato un settore miliardario. Eppure è visibile solo la punta dell’iceberg del tracciamento digitale pervasivo di oggi, gran parte di esso si verifica in background e rimane opaco per la maggior parte di noi.”

Così inizia il rapporto di Cracked Labs “CORPORATE SURVEILLANCE IN EVERYDAY LIFE How Companies Collect, Combine, Analyze,Trade,and Use Personal Data on Billions”, una lettura critica utile per conoscere e aggiungere ulteriori tessere per comporre il mosaico della nostra quotidiana consapevolezza digitale, ove disperdiamo sempre più dati e informazioni attraverso i nostri comportamenti d’uso più o meno consapevoli di smartphone, tablet, dispositivi digitali vari e applicazioni web.

Un rapporto ricco inoltre di riferimenti bibliografici per chi vuole approfondire , mentre per approfondimenti sugli autori:  Cracked Labs – Institute for Critical Digital Culture 

Vai alla barra degli strumenti