Come leggere la carta di identità delle uova fresche e capirne le caratteristiche

L’uovo è un alimento base della nostra alimentazione di cui in Italia ne vengono consumati 12 miliardi ogni anno, per un consumo pro capite di 13,7 kg. Parte del consumo delle uova avviene indirettamente, con l’assunzione di alimenti che contengono uova, come pasta all’uovo, dolci, biscotti .

Le uova destinate al consumo diretto, sono classificate come uova di categoria A, denominate uova fresche. Le uova di categoria B, denominate seconda qualità, sono destinate all’industria alimentare o non alimentare.

Tutte le uova fresche di categoria A devono avere queste caratteristiche: guscio e cuticola: normali, puliti, intatti; camera d’aria: altezza non superiore a 6 mm, immobile; tuttavia, per le uova commercializzate la dicitura «extra», l’altezza non deve superare i 4 mm; albume: chiaro, limpido, di consistenza gelatinosa, esente da corpi estranei di qualsiasi natura; tuorlo: visibile alla speratura soltanto come ombratura, senza contorno apparente, che non si allontani sensibilmente dal centro dell’uovo in caso di rotazione di questo, esente da corpi estranei di qualsiasi natura;germe: sviluppo impercettibile; odore: assenza di odori estranei

Le uova fresche, sono classificate secondo il peso, con i seguenti criteri:
XL Grandissime: 73 g e più; L Grandi: fra i 63 g e i 73 g; M Medie: fra i 53 g e i 63 g; S Piccole: meno di 52 g,

Sul guscio, le uova hanno un codice stampato, mediante il quale è possibile avere le informazioni principali sulle loro caratteristiche. L’etichettatura delle uova destinate ad un consumo diretto, ai sensi del Regolamento CE 2295 del 2003, è obbligatoria e non lasciata alla discrezione del produttore. L’etichettatura apposta sull’uovo, rende disponibile al consumatore arta di identità dell’uovo, permettendo la tracciabilità del prodotto e di essere informati sulla filiera produttiva.

Le prime cifre indicate nell’etichettatura del guscio indicano il tipo di allevamento da cui provengono le uova e il paese di origine. Le cifre successive indicano la provincia e il comune di allevamento e l’allevamento specifico da cui proviene. Come leggere la tipologia di allevamento: 0 Uova da agricoltura biologica; 1 Uova da allevamento all’aperto ; 2 Uova da allevamento a terra; 3 Uova da allevamento in gabbia.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.