Al Festival del Cinema di Venezia protagonisti ambiente e sociale con Downsizing e L’ordine delle cose

Al festival del Cinema di Venezia sono protagonisti i temi ambientali e sociali. L’apertura del Festival è andata a Downsizing con Matt Damon che si rimpicciolisce in un programma speciale di lotta per la salvezza del mondo. Il film fra l’impegnato, l’ecologista , il comico e il grottesco racconta la storia di una Norvegia terra della sostenibilità in cui uno scienziato trova la soluzione per risolvere il problema della sovrappopolazione: rimpicciolire gli esseri umani.

Secondo lo scienziato una volta miniaturizzata, l’umanità tornerà ad essere sostenibile per il pianeta. Ma diversamente dalla prima colonia norvegese, trentasei persone che hanno deciso di ridimensionarsi per il bene del mondo, chi sceglie di sottoporsi al trattamento sogna soltanto in grande dentro spazi più piccoli.

Il film di Andrea Segre L’ordine delle cose parla del problema delle migrazione e dei rapporti fra Italia e Libia, anticipando l’andamento recente delle vicende.
Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali scelto dal Governo italiano per affrontare il problema dei viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia. Corrado incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Europa e si trova nel dilemma fra lo scegliere la legge di Stato e l’istinto umano di aiutare qualcuno in difficoltà.

LASCIA UN COMMENTO