fbpx

Ci penso Io! Nasce a Torino un progetto di servizi e consegne a domicilio gratuito per i più bisognosi

Dalla mente di uno studente fuorisede del Politecnico di Torino rimasto in città nasce il progetto Ci Penso io! Un’idea per aiutare le persone, sopratutto quelle più in difficoltà, nelle faccende quotidiane al tempo del Coronavirus.

Cos’è ci penso Io!

Si tratta di un servizio di consegne a domicilio e aiuto nelle attività quotidiane. Dalle bollette alla spesa, dalle consegne nell’area urbana fino al dog sitting per chi ha difficoltà motorie o è impossibilitato a lasciare la propria abitazione.

Il tutto sarà basato sulla fiducia reciproca. La caratteristica di base del progetto è infatti che ogni cliente avrà un solo assistente personale che resterà sempre lo stesso e che dovrà essere un vicino di casa del cliente per avere un rapporto umano oltre che commerciale.

Come funziona.

Si chiama o si scrive al 3420483404, si invia la richiesta o la lista della spesa, gli operatori fanno il preventivo dei costi e se il cliente accetta parte la commissione che è possibile pagare in contanti o con satispay.

La parte più importante del progetto è la solidarietà. Per tutte le persone anziane, diversamente abili e immunodepressi che sono soli o hanno difficoltà economiche il servizio sarà completamente gratuito. Per tutti gli altri i costi partiranno da 2 euro a salire in base alla complessità, il carico,  la distanza, ed il tempo necessario a svolgere il servizio.

Come nasce l’idea?

L’ideatore di Ci Penso Io si chiama Vito Tamborrino, studente venticinquenne del Politecnico di Torino, che lavorava in una nota pizzeria torinese per arrotondare con le spese universitarie. Durante la chiusura di tutte le attività commerciali Vito si trova senza lavoro e davanti ad un bivio: scendere al sud come molti altri studenti o rimanere qui? “La prima idea, più istintiva, ha smesso di essere sensata in un attimo, scappare non era davvero una possibilità – ci racconta Vito durante l’intervista -. Mi sono detto che se avessi dovuto restare, allora avrei dovuto fare la mia parte. E così ho fatto.”

L’iniziativa nasce infatti dalla necessita di “sopravvivere economicamente” durante queste restrizioni nazionali, ma anche e sopratutto dalla voglia di fare qualcosa per gli altri.
Così arriva l’idea del progetto: “un servizio di consegne a domicilio per il mio vicinato. Ho fatto la grafica del volantino nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 marzo, ne ho fatti stampare 2000 da distribuire in zona (San Paolo) che avrei iniziato a distribuire da giovedì”.

“I miei amici e le persone più vicine hanno subito supportato l’iniziativa. Soprattutto tanti giovani come me mi hanno scritto chiedendomi di collaborare ad aiutare le persone in difficoltà” spiega lo studente. La naturale conseguenza diventa quella di creare un vero e proprio servizio da gestire su tutta l’area torinese.

Altri fattori importanti sono la scelta di muoversi preferibilmente (salvo richieste specifiche da parte del cliente) a piedi o attraverso la bicicletta. Lo scopo di questa scelta è incentivare l’acquisto nei negozi del quartiere ed avere il più basso impatto ambientale. Ultima ma non per importanza sarà la sicurezza igienica: “I nostri operatori indosseranno sempre guanti e mascherina e si impegnano a rispettare severissime norme di igiene e sicurezza”.

Pagina Facebook: CiPensoIo!

Pagina Instagram: CiPensoIo!


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay