Dalla Regione nuove misure di sostegno per gli enti di ricerca piemontesi

Sostenere la ricerca pubblica piemontese attraverso il supporto agli investimenti in laboratori e attrezzature, per aumentare l’attrattività del territorio nei confronti degli investitori esteri e di risorse umane di eccellenza. E’ l’obiettivo della giunta regionale del Piemonte che con 19,5 milioni di euro avvia una nuova misura del Por Fesr 2014-2020 finalizzata sia a ottimizzare l’uso e lo sviluppo delle migliori infrastrutture di ricerca già esistenti in Piemonte, sia a crearne di nuove in diversi ambiti tecnologici e scientifici in coerenza con le priorità individuate attraverso i programmi di ricerca regionale, nazionale ed europeo.

Destinatari del provvedimento sono gli organismi pubblici che intendono investire in impianti e macchinari e che verranno sostenuti finanziariamente fino al 50% della spesa sulla base di criteri preferenziali tra cui il livello di apertura alle piccole e medie imprese, il numero di partecipazioni a progetti di ricerca, le attività di brevettazione.

Secondo l’assessore alle attività produttive Giuseppina De Santis il sostegno regionale agli enti di ricerca piemontesi si basa principalmente sulle esigenze di sperimentazione che le stesse imprese piemontesi hanno manifestato, da qui l’opportunità di una crescita per l’intero sistema. I settori di innovazione sono quelli tradizionali (aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, agroalimentare, tessile, salute) ma saranno anche ammissibili al finanziamento i progetti degli organismi pubblici che interessino in modo multidisciplinare una delle due traiettorie strategiche della S3 regionale (smart e resource efficiency).

Successivamente a questo intervento è previsto un ulteriore bando, in programma nel prossimo autunno, che prevederà contributi alle imprese (otto forma di voucher) per l’acquisizione di servizi presso gli organismi di ricerca selezionati. Una misura che avrà un finanziamento analogo a quello deliberato oggi.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.