Bonus 110% : le semplificazioni che lo rendono più facile: che cosa cambia ora che è più semplice utilizzarlo

E’ partita la semplificazione per le procedure per iniziare i lavori per ottenere il superbonus 110% grazie all’emendamento all’articolo 33 bis del decreto Semplificazioni che ha ottenuto parere positivo dal governo Draghi.

Per l’edilizia privata per gli interventi che riguardano le parti strutturali degli edifici o i prospetti sarà sufficiente la Cila, la comunicazione di inizio lavori. Per le opere di edilizia libera nella Cila è richiesta la sola descrizione dell’intervento, nel caso di variazioni in corso d’opera basterà comunicarle a fine lavori come integrazione della stessa Cila.

A conclusione dei lavori non è richiesta la segnalazione certificata di inizio attività e non c’è  l’obbligo della dichiarazione di conformità urbanistica sia in caso di superbonus 110% sia in caso di sismabonus per opere di intervento strutturale.

Il cappotto termico e il cordolo anti-sismico andranno in deroga alle distanze minime fra edifici previste per legge. I tetti fotovoltaici potranno essere installati anche nei centri storici nelle “zone A” che i Comuni hanno individuato successivamente al 1968, purché si tratti di pannelli integrati e non riflettenti, che non snaturino il paesaggio.

Inoltre grazie all’intervento del D.L. 59/2021 “Misure urgenti relative al Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza e altre misure urgenti per gli investimenti. (21G00070), è stato semplificato l’intervento di proroga del bonus 110 così come disposto dalla  Legge di bilancio 2021.

La proroga varia in base al tipo di immobile oggetto dei lavori:

per gli interventi effettuati sulle parti comuni condominiali, la detrazione del 110 per cento spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.  Per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici composti da due a quattro unità immobiliari di un unico proprietario o in comproprietà: la proroga al 31 dicembre 2022 si applica sempre a condizione che alla data del 30 giugno 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell’intervento complessivo.
In riferimento agli Istituti Autonomi Case Popolari (IACP), il bonus 110 si applica anche alle spese sostenute dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2023. Rispetto al precedente termine del 31 dicembre 2022. Sempre per gli IACP: per gli interventi per i quali alla data del 30 giugno 2023 siano stati effettuati lavori per almeno il 60 per cento dell’intervento complessivo, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023.

Rimangono esclusi dalla proroga gli edifici unifamiliari nonché gli interventi effettuati dai condòmini all’interno del proprio appartamento condominiale. In tali casi, il superbonus si applica fino al 30 giugno 2022.

Nel disegno di Legge di bilancio 2022, potrebbe trovare posto la proroga del bonus 110 per l’anno 2023. Il superbonus potrebbe essere esteso per tutti fino al 31 dicembre 2023. La misura è stata finanziata fino alla fine del 2022, con estensione al giugno 2023 per le case popolari. Come evidenziato dal Ministro dell’economia e delle finanze, il Governo si è impegnato a inserire nel disegno di bilancio per il 2022 una proroga dell’ecobonus per il 2023, tenendo conto dei dati relativi alla sua applicazione nel 2021.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay