Firmata a Milano la La Dichiarazione per l’adattamento ai cambiamenti climatici

La Dichiarazione per l’adattamento ai cambiamenti climatici è stata firmata a Milano da 26 città, in occasione della Seconda Conferenza Nazionale delle Green City, organizzata dal Green City Network e promosso in collaborazione con il Comune di Milano e il Politecnico di Milano, dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

La dichiarazione per l’adattamento ai cambiamenti climatici, ha lo scopo di affrontare le grandi sfide del futuro e contenerne i rischi ed i danni. Le città che hanno aderito alla Dichiarazione per l’adattamento climatico delle Green City sono Assisi, Belluno, Bergamo, Casalecchio di Reno, Chieti, Cisterna di Latina, Cosenza, Firenze, Genova, Imola, Livorno, Mantova, Milano, Monterotondo, Napoli, Padova, Palermo, Parma, Pordenone, Rimini, Roma, Siracusa, Sorradile, Tivoli, Torino, Venezia.

La Conferenza ha avuto come argomento centrale la promozione e l’aggiornamento dei piani e delle misure per adeguare la risposta dei centri urbani ai grandi stravolgimenti ai quali abbiamo cominciato ad assistere e che si prevede saranno sempre più impattanti.

I dieci punti della Dichiarazione per l’adattamento climatico
1 Definire ed aggiornare piani e misure per l’adattamento climatico delle città;
2 Integrare le politiche e le misure di adattamento con quelle di mitigazione del cambiamento climatico;
3 Aggiornare la valutazione dei rischi e le misure sia di emergenza, sia di medio e lungo termine;
4 Valorizzare le ricadute positive delle misure di adattamento e contabilizzare i costi dell’assenza delle misure;
5 Sviluppare le capacità adattive;
6 Puntare di più sulle soluzioni basate sulla natura;
7 Ridurre la vulnerabilità e i rischi delle precipitazioni molto intense;
8 Affrontare le ondate e le isole di calore;
9 Promuovere gli investimenti
10 Rafforzare la governance.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.