L’8 luglio parte il Crowdfunding su Kickstarter per Blindconsole, il primo videogioco per non vedenti

L’8 luglio parte il Crowdfunding per Blindconsole, il primo videogioco per non vedenti realizzato da Novis la start-up innovativa che vuole rivoluzionare il mondo del gioco, superando i limiti dello schermo in un’ottica di inclusione e accessibilità. L’idea nasce dall’intuizione di un gruppo di studenti del Politecnico e dell’Università di Torino. “Con BlindConsole stiamo creando un nuovo modo di giocare in cui il cellulare diventa una console tascabile che permette indistintamente a non vedenti e vedenti di accedere ad un set di giochi virtuali basati su audio e tatto” spiega Flavio, CEO di NOVIS.
Per giocare è sufficiente scaricare l’App gratuita e connettere il proprio smartphone al joystick sviluppato da NOVIS: le vibrazioni tattili e i suoni spazializzati permettono di giocare superando il limite dello schermo.
Il primo gioco sviluppato è un ping-pong virtuale in cui l’utente, tramite i suoni d’ambiente, ha l’idea di essere immerso in una partita di tennis da tavolo. La sfida consiste nell’individuare da quale lato proviene il colpo dell’avversario virtuale e colpire con il controller, riproducendo il movimento della racchetta che impatta la pallina. La simulazione degli sport è però solo uno dei possibili orizzonti che il team ha intenzione di approfondire.

“L’applicazione BlindConsole su smartphone” racconta Enzo, CTO e responsabile dello sviluppo software, “sarà col tempo arricchita anche da altre categorie di giochi, quali giochi musicali, giochi per la simulazione di guida, giochi da tavola e giochi di ruolo.”
“La nostra mission è quella di permettere a tutti di poter giocare oltre i propri limiti in una sfida ad armi pari” spiega Arianna, CFO di NOVIS, “perché tale obiettivo si realizzi è fondamentale il co-design del prodotto con le persone non vedenti e ipovedenti: il progetto nasce per loro ma, soprattutto, grazie al loro coinvolgimento ed entusiasmo.”
Grazie alla collaborazione instaurata con le numerose associazioni di persone ipovedenti e non vedenti, in particolare grazie al sostegno della Polisportiva U.I.C.I. (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) e del Gruppo Giovani dell’A.P.R.I. onlus (Associazione Pro Retinopatici ed Ipovedenti) di Torino, il team ha potuto sviluppare il progetto a stretto contatto con i futuri utenti.

Il progetto nasce a febbraio 2018 durante un modulo della SEI, la School of Entrepreneurship and Innovation, scuola di imprenditoria della città di Torino. Grazie ad un team eterogeneo, composto da quattro ingegneri tra informatici ed elettronici, un designer ed una studentessa di economia, in pochi mesi l’idea si tramuta in un progetto concreto e conquista importanti traguardi, quali la qualificazione come progetto finalista al contest MaketoCare della MakerFaire di Roma.
L’investimento iniziale di SocialFare Seed, il veicolo finanziario dell’acceleratore di startup ad impatto sociale SocialFare, segna il passaggio determinante per l’avvio della start-up.
Il prossimo, fondamentale passaggio è la raccolta di un primo round di preordini, che permetta di passare dalla versione beta a quella di lancio sul mercato: è possibile diventare uno dei primi supporter di BlindConsole partecipando alla campagna di crowdfunding che partirà su Kickstarter l’8 luglio 2019.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.