La Commissione Europea e la Competition and Markets Authority nel Regno Unito aprono una indagine nei confronti di Google e Meta

La Commissione Europea e la Competition and Markets Authority (CMA) nel Regno Unito hanno avviato un’indagine nei confronti di Google e Meta che secondo le due organizzazioni avrebbero collaborato per contrastare la concorrenza nell’ambito delle pubblicità online.

L’accordo tra le due società che aveva nome in codice Jedi Blue, consisteva nell’offrire a Meta delle vie preferenziali per l’acquisto di spazi pubblicitari tramite servizi di Google che con il suo programma Open Bidding, consente a terzi di acquistare all’asta degli spazi pubblicitari su siti web e app e Meta, tramite Audience Network, con l’accordo Jedi Blue, le aste in questione erano in qualche modo facilitate da Google. L’accordo presunto è stato indagato da un’analoga indagine antitrust avviata dallo stato del Texas contro Google, era finalizzato alla partecipazione dell’allora Facebook al programma Open Bidding di Google. La piattaforma Open Bidding di Google è una vera borsa in cui diverse società in tempo reale acquistano impression su siti o spazi pubblicitari.

L’amministratore delegato del CMA Andrea Coscelli ha affermato che l’organizzazione è “preoccupata che Google possa aver collaborato con Meta per ostacolare i concorrenti che forniscono importanti servizi di pubblicità online agli editori”, mentre Margrethe Vestager, Commissario europeo per la concorrenza, ha detto che la commissione sospetta che ci sia stato un accordo tra le società per “utilizzare solo i servizi di Google e non i servizi concorrenti”.

Secondo un portavoce di Google la società le accuse mosse dalle autorità antitrust di Ue e Regno Unito su Jedi Blue sono false dato che si tratta di un accordo documentato pubblicamente e a favore della competizione, che consente a Facebook Audience Network di partecipare al programma Open Bidding, insieme a decine di altre società.

Nel caso Google e Meta avessero violato le leggi queste potrebbero essere colpite con multe equivalenti al 10 percento dei loro ricavi globali.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay