Parte l’interoperabiltà delle app per il tracciamento in Europa da Italia, Germani e Irlanda. Entro novembre dovrebbero essere collegate tutte

La Commissione Europea ha dato il via all’European Interoperability Gateway Service, il servizio che mette in comunicazione tra loro le applicazioni nazionali di tracciamento anti-Covid a partire dalle app di Italia, Irlanda e Germania. Il server che gestisce Immuni è in grado di interagire a livello transfontaliero con la tedesca Corona-Warn-App e l’irlandese Covid Tracker all’interno dell’infrastruttura digitale che è in sperimentazione dal 14 settembre scorso.

Dopo Italia, Germania e Irlanda, la prossima settimana sarà il turno di un secondo gruppo di app: la ceca, la danese, la lettone e la spagnola. Le altre 13 applicazioni nazionali già sviluppate sul territorio UE tra cui Belgio, Francia, Olanda e Croazia dovrebbero essere collegate al sistema nel mese di novembre.

Il Gateway  gestito dal Data Centre della Commissione Europea, garantisce che le app funzionino perfettamente oltre i confini nazionali. All’utente è chiesto solo di installare un’app (Immuni nel caso dei cittadini italiani): nel momento in cui si reca in un altro Paese europeo partecipante al Gateway, e beneficerà allo stesso modo della ricerca dei contatti e della ricezione di avvisi, sia nel proprio Paese d’origine che all’estero. Il Gateway, non consente l’identificazione di singole persone, né il rilevamento della posizione o del movimento dei dispositivi.

Le applicazioni italiana, tedesca e irlandese sono state scaricate da circa 30 milioni di persone, pari ai due terzi di tutti i download di app di tracciamento nell’Unione Europea. Secondo il commissario per il Mercato unico, Thierry Breton: “La libera circolazione è parte integrante del mercato unico: il Gateway lo facilita, contribuendo a salvare vite umane”. Stella Kyriakides, commissaria per la Salute e la sicurezza alimentare, ha aggiunto: “Il sistema attivato oggi è un passo importante per il lavoro della Commissione e un invito i cittadini a utilizzare queste app per proteggersi a vicenda”. Proprio nel momento in cui l’Europa sta registrando un nuovo aumento di casi positivi, “le app possono svolgere un ruolo importante per aiutarci a spezzare le catene di trasmissione“.

“La lotta al Coronavirus è la nostra massima priorità”, ha commentato la presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, su Twitter. “Le app di tracciamento aiutano ad abbattere la catena delle infezioni. Incoraggio le persone a utilizzarle”. L’impegno della Commissione concretizzatosi oggi, con i prossimi partecipanti presto connessi, è cruciale per la strategia dell’intera Unione Europea nella lotta contro la pandemia, “perché si possa essere avvisati dei rischi, ovunque siamo”, ha concluso la Von der Leyen.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay