fbpx

I am Greta, il documentario su Greta Thunberg presentato fuori concorso al Festival del Cinema di Venezia

Greta Thunberg è stata ospite del Festival del Cinema di Venezia in videoconferenza dalla sua scuola in Svezia per la presentazione di I Am Greta il documentario a lei dedicato realizzato da  Nathan Grossman.

Il regista svedese Nathan Grossman  ha seguito l’attivista per mesi dall’agosto del 2018, quando Greta, studentessa svedese di quindici anni, davanti il Parlamento svedese comincia uno sciopero per manifestare contro il cambiamento climatico, che nel giro di qualche mese si trasforma in un movimento globale, rendendola un’attivista di fama mondiale. Il documentario segue Greta dal suo primissimo giorno di protesta fino all’incredibile viaggio in barca a vela verso New York per presenziare al Summit sul clima dell’ONU.

Nathan Grossman, 29 anni, racconta la sua esperienza: “Quando l’ho incontrata ho pensato fosse molto timida ma anche molto articolata nel suo modo di esprimersi e parla di tematiche precise come quella del cambiamento climatico. Solitamente quando hai un microfono davanti tendi a imbarazzarti mentre con lei mi sono sorpreso e ricreduto. Quello del climate change è uno degli argomenti d’attualità ma non non avevo mai sentito nessuno parlarne come fa lei. È scientificamente molto corretta e certe volte vorrei non fosse cosi! Un aspetto di lei poco conosciuto? È molto simpatica e ha una risata contagiosa che non conoscono in molti. Greta è una figura che polarizza, ma non riesco a capire perché l’attacchino a livello personale. Crea tensione con quello che dice ma lei va oltre gli stupidi commenti d’odio. Reagisce diversamente da come farei io. La sua sensibilità è il suo tallone d’Achille e la sua risorsa più grande. Greta aveva paura di non riconoscersi. Poi quando ha visto il documentario mi ha detto che era scioccata ma che riconosceva la persona sullo schermo e questo mi ha reso molto felice.

Greta ha raccontato in videoconferenza: “Trovo simbolico presentare il film in una città come Venezia. Ed è anche per questo che continueremo a raccontare la crisi e a chiedere un cambiamento. Il prossimo passo per il movimento è continuare a comunicare e chiedere misure contro questa crisi, ora vorrei soprattutto agire. La crisi del Covid ha colpito tutti, sconfiggerlo è una priorità,non si possono gestire due crisi insieme. Per questo la lotta al cambiamento climatico è stata messa in pausa. Ma dobbiamo capire che è urgente e non si può mollare. È quello di cui abbiamo più bisogno, azioni politiche. Vorrei essere una sorta di ponte in modo che le persone possano capire di più sul cambiamento climatico. Non si tratta di me: il film racconta, attraverso un individuo, una storia che non è individuale”.

 

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay