Italia zona rossa: perchè dobbiamo rimanere in casa

L’Italia da adesso è zona rossa, lo ha annunciato il Premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa straordinaria di aggiornamento al Covid19. Per evitare l’aumento incontrollato dei contagi dobbiamo stare a casa il più possibile e limitare gli incontri.

La spiegazione matematica della diffusione del coronavirus
La previsione dell’8 marzo

In questo momento è molto facile imbattersi in fakenews e messaggi vocali falsi creati apposta per creare panico o complottismo, ma sui social abbiamo trovato un grafico matematico di Valerio Curcio che si avvicina molto fedelmente alla situazione italiana del Coronavirus dal punto di vista statistico. Ieri, domenica 8 marzo, il matematico scriveva:

“l’andamento attuale dei contagi netti (esclusi decessi e guarigioni) evidenziano la persistenza della fase di carico malthusiano e non è ancora stimabile con precisione quale sarà il punto di rottura con conseguente passaggio alla curva logistica, cosa che comunque dovrà avvenire (su quello almeno c’è certezza). Navigando a vista è comunque azzardare una previsione, nella speranza che le cose possano migliorare nei prossimi giorni.
Questo virus ci stupisce di giorno in giorno e il comportamento spropositato di talune persone non aiuta assolutamente ad arginarne la diffusione. Non ritengo necessario al momento indicare una banda di errore, poiché la forchetta risulta eccessivamente ampia, quindi priva di significato.
Stime in base ai dati odierni:
1. Picco dei contagi previsto per il 14 aprile 2020.
2. Valore picco stimato in 51220 contagi.
3. Prevista velocità massima di contagio il 18 marzo 2020.
4. Punto di rottura previsto per il 12 marzo 2020.
4. Stima R0 pari a 2.40″
La previsione del 9 marzo
Oggi 9 Marzo, Valerio Curcio ha aggiornato il modello matematico riscontrando che il picco dei contagi possa avvenire tra 25 e il 30 marzo.
Questo è il motivo per cui da adesso e per due settimane dobbiamo ridurre le nostre interazioni sociali: le prossime due settimane saranno assolutamente decisive per non mandare in tilt il nostro sistema sanitario.
“Pubblico i grafici aggiornati. Al momento entrambi gli scenari sono possibili poiché il dato dei contagi di oggi restano in linea con le due previsioni. In questi giorni era comunque atteso un aumento del tasso del contagio e ci aspettiamo che questa situazione permanga almeno fino all’11 di marzo.
Per quanto riguarda i tassi, c’è da registrare una non rassicurante diminuzione delle guarigioni, ma di pari passo, fortunatamente, diminuisce anche il tasso dei pazienti in terapia intensiva, pur rimanendo critico e importante il numero. Stabili ricoveri e isolamenti, ma in aumento il tasso di mortalità.
Non sono necessari ulteriori aggiornamenti.”

Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay