Alla Milano Digital Week si parla di Intelligenza Urbana

Torna per la seconda edizione la Milano Digital Week che si svolge dal 13 al 17 marzo deidcata al al tema “Intelligenza Urbana”.

Milano Digital Week 2019 parte dal fatto che la città è una piattaforma, un elemento ordinatore. Un elemento di sviluppo del singolo come della collettività. Abbiamo definito il tema come intelligenza urbana perché la città si nutre, appunto, di tutte le forze, di tutte le diversità, delle interazioni tra gli individui e la comunità. È l’intelligenza che si attiva, ovviamente, là dove nascono l’educazione, la formazione, la didattica. Oppure nei luoghi in cui si coordinano i momenti regolatori e di controllo: le centrali per la mobilità, gli ambiti che presiedono alla sicurezza, alla macchina produttiva e a quella dell’assistenza. Intelligenza urbana è anche quell’impresa collettiva che consente di progettare e di rendere materia o servizi il progetto. E ancora, è quell’intelligenza che presiede al tempo libero, che si frammenta in tanti rivoli. La trasformazione digitale trasforma anche l’intelligenza, e l’intelligenza rende diversa ogni giorno questa trasformazione. Vi inviatiamo a vedere questa trasformazione, in fondo è opera vostra

In programma ci sono oltre 400 eventi, che offriranno una panoramica sulla città contemporanea e sull’impatto che il mondo digitale ha nel plasmarne la vita.

Oltre 250, invece, le sedi coinvolte: il BASE, la Triennale di Milano e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, l’Università Bocconi, il Politecnico, l’Università Bicocca, lo IED  e la NABA .

Tra le mostre più attese l’esposizione dedicata ad Olivetti al Museo del Novecento e quella dedicata agli automi da compagnia alla Fabbrica del Vapore.

L’evento è promosso dal Comune di Milano e realizzato da Cariplo Factory, IAB, Hublab e MEET  Centro Internazionale per la Cultura digitale.

Pubblicitò