Italia Educante: per prevenire e contrastare dispersione e abbandono scolastici

ItaliaEducante si pone l’obiettivo di prevenire e contrastare dispersione e abbandono scolastici degli adolescenti mettendo a sistema pratiche e strumenti tra le scuole, le agenzie formative, le famiglie e i ragazzi stessi. Vengono così a crearsi delle vere e proprie Comunità Educanti che, in un particolare territorio e contesto, sono formate da soggetti diversi che condividono la stessa mission.

Attraverso l’ampliamento del percorso educativo che deve essere esteso anche in luoghi più informali della scuola, il cosiddetto open-schooling, ai ragazzi si chiede un coinvolgimento attivo nella progettazione dei percorsi trasversali, dalla scuola al doposcuola, che li vede protagonisti. I luoghi d’incontro delle Comunità Educanti, sono gli Hub Educanti dove le azioni, pensate con e per gli adolescenti, prendono forma: oltre a scuole o aggregati di scuole, oratori, palestre, sale prova, teatri, spazi aperti attrezzati diventano luoghi di aggregazione fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi di ItaliaEducante.

Quando un ragazzo non prosegue gli studi oltre la licenza media, gli effetti sul suo futuro e sul futuro della comunità in cui vive sono presto prevedibili: difficoltà nel trovare lavoro e, quando il fenomeno coinvolge ampi strati della popolazione, aumento delle disuguaglianze in una società che diventa complessivamente più debole, povera e insicura.
Riuscire a contrastare questo fenomeno vuol dire condurre i ragazzi ad un livello di istruzione e motivazione superiori con risultati positivi per tutta la comunità: partecipazione alla vita sociale del territorio, propositività progettuale, gratificazioni scolastiche e riconoscimento sociale, meno criminalità.

Pubblicitò