#Innovation7 Dal G7 conversazione sulle opportunità dell’innovazione digitale

L’I-7 Innovators’ Strategic Advisory Board on People-Centered Innovation è l’engagement group presentato lo scorso maggio durante il G7 di Taormina che ha l’obiettivo di guidare la comprensione delle sfide della trasformazione digitale. I Paesi del G7 e l’Unione Europea hanno selezionato il proprio gruppo di esperti che a Venaria si sta confrontando in incontri a porte chiuse sui tre temi presi in esame.

“Diventando ‘utente modello’, i Governi possono cogliere le nuove ed emergenti opportunità offerte dall’innovazione digitale con un impatto positivo non soltanto sul benessere dei cittadini ma anche sull’intero ecosistema dell’innovazione” – ha dichiarato il Focal Point italiano, Diego Piacentini, Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il meeting, come spiega dal Focal Point italiano, è suddiviso in tre sessioni:

Sessione parallela 1. Intelligenza Artificiale. Come può l’Intelligenza Artificiale aiutare i Governi a prendere decisioni migliori, introdurre politiche più efficaci e fornire servizi più efficienti?

“Questa non sarà una discussione sull’Intelligenza Artificiale (IA) in generale” ha dichiarato Diego Piacentini “ma su come essa possa aiutare i governi a prendere decisioni migliori. L’IA è uno dei campi più promettenti dell’innovazione e può migliorare enormemente i servizi rivolti a imprese e cittadini. Per i Governi è fondamentale conoscere e comprendere questo tipo di tecnologie. I quadri normativi devono evolvere per aiutare lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale.”

Sessione parallela 2. Big Data: dalla regolamentazione al management attivo. Come può un approccio più proattivo ai Big Data rendere un Paese più “smart”?

“I big data sono il “carburante” dell’Intelligenza Artificiale” continua Piacentini “La domanda che ci poniamo è come un approccio più proattivo ai big data possa portare a Paesi più “smart” e ad affrontare le sfide sociali e produttive in modo innovativo per rendere migliore la vita dei cittadini. Esiste un problema che non è solo italiano o europeo, ma di tutti i Governi. I Big Data sono solitamente depositati in silos, quando invece fondamentale è convincere le varie pubbliche amministrazioni a collaborare. Ad esempio, i governi dovrebbero creare un Data Analytics Framework nazionale per riuscire a gestire i dati in modo da creare un “Government as an API”?

Sessione parallela 3. La natura mutevole della società: il futuro del lavoro. Come può l’innovazione aiutare ad affrontare gli attuali e prossimi cambiamenti sociali e demografici?

“Il punto di questa sessione è come cambiare la narrativa sul futuro del lavoro, spesso troppo focalizzata solo sugli effetti negativi della tecnologia. Come ha sempre fatto, la tecnologia distrugge i vecchi posti di lavoro, ma ne crea di nuovi. Non possiamo ovviamente ignorare gli effetti negativi, ma dobbiamo identificare quelle competenze maggiormente richieste, aiutando i lavoratori a trarre i benefici del cambiamento”.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.