Superbonus – econobonus al 110%, efficienza energetica, case più sicure, rinnovabili e agevolazioni economiche per i cittadini

Il Decreto Rilancio“, creato per misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19,  tra le agevolazioni fiscali per i cittadini Italiani prevede l’Ecobonus 2020.

La scadenza per effettuare la domanda è prevista per il 31 dicembre 2021.

Elemento importante per concludere la domanda e per usufruire dell’Ecobonus  è la comunicazione Enea, un adempimento che i cittadini, imprese e condomini devono comunicare per usufruire della detrazione fiscale dell’Ecobonus e del Bonus Ristrutturazione per la riduzione dei consumi energetici per gli interventi conclusi entro la fine del 2019 o iniziati nel 2020.

Per i contribuenti infatti è previsto l’obbligo di dover inviare, la comunicazione Enea, entro 90 giorni dal termine dei lavori l’apposita comunicazione, affinché i lavori svolti per il risparmio energetico o per la ristrutturazione edilizia per la riduzione dei consumi, siano trasmessi all’ente che gestisce gli incentivi fiscali per l’Ecobonus e le ristrutturazioni.

Sarà possibile effettuare lavori su impianti energetici, installazioni di impianti a fonti rinnovabili e di attuare misure antisismiche, nelle proprie abitazioni e condomini, grazie alla possibilità di utilizzare la cessione di credito con il fisco alla banca o all’impresa che realizza i lavori e gli impianti.

La cessione del credito alla banca(prodotto attraverso il quale il cliente, che ha maturato un credito d’imposta, trasferisce senza rispondere ad eventuale inadempienza del venditore e a titolo definitivo alla banca il credito, ottenendo il pagamento del corrispettivo in via anticipata. La banca lo potrà quindi utilizzare nelle modalità e nei tempi previsti dalla Legge che lo disciplina) è un prestito effettuato al cittadino stesso che poi ripagherà la propria filiale, con un extra del 10% il beneficiario(banca) potrà pagare gli interessi del finanziamento effettuato.

Il prestito potrà essere utilizzato per pagare l’impresa che realizzerà i lavori.

 

La cessione del credito all’impresa che effettua i lavori darà la possibilità di uno sconto in fattura.

L’impresa potrà utilizzare il credito compensandolo con il fisco oppure cedendolo a gli istituti bancari.

Le misure legate all’Ecobonus 2020 si applicano solo agli interventi effettuati dai condomini al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, arti e professioni.

Inoltre le agevolazioni per la riqualificazione energetica degli edifici, si applicano per gli interventi realizzati su un numero massimo di due unità immobiliari.

Non è possibile effettuare interventi sulle case popolari, cooperative di abitazioni, enti del terzo settore.

Le norme non si applicano alle abitazioni di tipo signorile, ville, castelli, palazzi artistici o storici.

 

La detrazione prevista per la riqualificazione energetica degli edifici che prevede anche l’installazione di pannelli solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici stessi, si applica alle spese documentate a carico del contribuente, comprese quelle legate alle prestazioni per realizzare l’intervento, da ripartire in cinque quote annuali con stesso importo.

 

La detrazione può riguardare:

interventi di isolamento termico delle superfici opache verticali, orizzontali e inclinate superiori al 25% del totale ed è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a:

 

  • 50.000 euro per gli edifici unifamiliari o per le unità immobiliari(stesso proprietario immobile con fondo di reddito personale), situate all’interno di edifici destinati ad ospitare nuclei famigliari che siano funzionalmente indipendenti e dispongano di uno o più accessi autonomi dall’esterno

 

  • 30.000 e 40.000 euro moltiplicati per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio quindi per gli edifici composti da due a otto unità immobiliari;

 

  • Interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per riscaldamento, raffreddamento o fornitura di acqua calda a pompa di calore, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o di micro-generazione.

 

  • La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 20.000 euro ovvero  15.000 euro per gli edifici composti da più di otto unità immobiliari.

 

  • Interventi sugli immobili urbani di proprietà esclusiva o su unità all’interno di edifici plurifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti centralizzati per riscaldamento, raffreddamento o fornitura di acqua calda a pompa di calore, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici o di micro-generazione.

 

  • La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 30.000 euro e, come nel caso precedente, è riconosciuta anche per le spese di smaltimento e bonifica del vecchio impianto.

 

 

Per le spese relative a specifici interventi antisismici , comprese quelle per le  prestazioni professionali, la detrazione viene aumentata al 110%:

 

  • L’agevolazione attualmente prevista al 50% per opere per la messa in sicurezza statica, in particolare sulle parti strutturali, di edifici ubicati nelle zone sismiche ad alta pericolosità.(1,2)

 

  • L’agevolazione su interventi di riduzione del rischio sismico che determini il passaggio ad una classe di rischio inferiore (ora agevolati al 70% su case singole e 75% su condomìni) e due classi (ora agevolati rispettivamente all’80% e 85%) nelle zone sismiche 1, 2 e 3.

 

Alcuni decreti sui requisiti tecnici e sui requisiti delle asseverazioni specificano quelli che sono gli elementi fondamentali per consentire l’utilizzo della detrazione fiscale per la riqualificazione energetica come l’osservazione da parte di un tecnico abilitato che attesti la rispondenza ai requisiti necessari come l’attestato di prestazione energetica.

 

E’ fondamentale conservare le fatture e le ricevute fiscali delle spese sostenute e la ricevuta del bonifico bancario con cui è stato effettuato il pagamento e trasmettere all’Enea entro 90 giorni dalla fine dei lavori i dati della scheda descrittiva degli interventi.

All’Enea sono affidati compiti di monitoraggio del raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica e dell’efficacia dell’utilizzo delle risorse pubbliche impiegate.

Un rapporto tecnico-economico relativo all’anno precedente viene trasmesso al Ministero dello Sviluppo Economico entro il 31 marzo di ogni anno.

Per queste attività, Enea può effettuare controlli, anche a campione, per valutare le condizioni per l’uso delle detrazioni fiscali.

L’Ecobonus 2020, con l’opzione dello sconto in fattura e della cessione di credito, potrà essere richiesto solo per alcune tipologie di ristrutturazioni.

È quindi necessario che un tecnico prepari il progetto dei lavori, valutando quali sono gli interventi di riqualificazione che rispondono correttamente ai criteri di accesso agli incentivi fiscali.

Il tecnico, progettista, insieme alla propria società si occuperà di organizzare ed eseguire i lavori per conto dei clienti finali, anticipandone i costi e ottenendo in cambio il credito d’imposta relativo che

è una misura destinata a diminuire il carico fiscale che vanta il contribuente nei confronti delle casse dello stato.

Il credito può essere utilizzato per compensare eventuali debiti , per il pagamento di imposte dovute, o se ne può richiede il rimborso nella dichiarazione dei debiti


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay