fbpx

L’economia crolla mentre il Nasdaq e le Faang segnano i loro massimi

Il Nasdaq e, in particolar modo, le Faang non mostrano alcun segno di cedimento. Dai minimi di marzo l’indice tecnologico americano ha segnato un +40%.

Per le Faang il Coronavirus è solo una nube passeggera

Il giorno 11 maggio le Faang (Facebook, Amazon, Apple, Netflix e Google) hanno segnato i loro massimi di sempre. Nel pieno del lockdown e dell’emergenza Covid, da una parte gli USA han visto circa 36 milioni di nuovi disoccupati mentre Amazon ha festeggiato le vendite assumendo più di 100 mila persone.

Il Nasdaq ad oggi vale da solo più del Market Cap dell’azionariato del resto del mondo messo assieme (USA esclusi). Possiamo dire che la ratio fra market cap totale e Pil è a quota 156,3%.

Fang
Le vendite di Apple non stanno andando benissimo

Uno dei motivi per cui molti investitori han deciso di comprare quote azionarie delle Faang è sicuramente la percezione di solidità che danno queste realtà globali anche se aziende come Apple non hanno performato al massimo durante il lockdown: ad aprile le vendite Usa di Iphone sono state -77% su base annua e -56% su base mensile e con un dato sulle spedizioni a -57% e -37%.

Ma quale è il vero motore di Wall Street? I buybacks azionari. Gli investitori hanno una fiducia cieca nel fatto che la Fed non abbandonerà il mercato azionario.

Apple
Apple sta pensando di spostare la produzione dalla Cina all’India

Poco prima dell’emergenza Covid19, il presidente Trump ha fatto un viaggio strategico in India per dare pieno sostegno al piano di rilancio economico di Narendra Modi e ribattezzato Pli o schema Production-linked-incentives.

Apple sta pensando di spostare la produzione in India per beneficiare degli incentivi fiscali del piano governativo, ma sono in molti a pensare che ci sia una sorta di avvicinamento alla Casa Bianca.

La Banca Centrale Svizzera durante il periodo di crollo dei mercati ha comprato grosse quote azionarie di Faang

La Banca Centrale Svizzera si comporta come un Hedge Fund: nel pieno dei crolli ha acquistato titoli Faang e non solo a piene mani: 4,5 miliardi di Microsoft, 3,2 miliardi di Amazon, 2,7 di Google, 1,6 di Facebook e 4,4 miliardi di Apple.

Ovviamente la cifra che la Banca Svizzera sta guadagnando da quegli acquisti è molto elevata. Al civico 1 di Bundesplatz a Berna stanno studiando le prossime mosse.

Banca Svizzera

 

 

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay