IANG, la startup nata durante il Coronavirus da ex studenti del Politecnico di Torino

Non si sono lasciati sopraffare dall’emergenza i fondatori della startup IANG: si sono rimboccati le maniche e durante il periodo del lock down hanno ideato e sviluppato una piattaforma per  liberi professionisti.

Il progetto Startup nasce durante il periodo dell’emergenza Covid

Nonostante la Startup sia nata durante questo periodo emergenziale, il gruppo di architetti, che vanta più di 12 mila fan su Facebook, si è associato ben 5 anni fa per unire le forze in un mondo del lavoro sempre più competitivo e creare una community. Prima di arrivare alla piattaforma IANG ci sono voluti anni di test e di studio.

IANG( www.theiang.com)  nasce dalla volontà di diffondere un messaggio, una convinzione, degli ideali prima di poter proporre degli strumenti concreti per il miglioramento della situazione attuale. E’ per questo che, prima della IANG startup, si sono voluti concentrare sulla IANG “community”.

Partire dalle persone per creare un nuovo “umanesimo lavorativo” sposando le idee dell’impresa sociale. Sono questi gli ideali che hanno portato il gruppo ad un progetto più ambizioso: IANG, Light on. Una piattaforma per professionisti creativi che unisce visibilità, assistenza e collaborazioni in un posto unico.

“Abbiamo deciso di partire dai professionisti proprio perché pensiamo che siano la categoria più in difficoltà in questo momento storico e inoltre, essendo anche noi liberi professionisti, avevamo il vantaggio di poter comprendere i loro problemi e bisogno.”

IANG
Cosa vi ha spinti a lanciarla ora durante il Covid19?

Come spesso si dice i momenti più critici sono anche quelli dove è possibile scovare delle opportunità. Il progetto IANG e la volontà di pubblicarlo fanno parte del passato, sono diversi anni che ci stiamo lavorando ma il periodo buio del Covid19 e le ripercussioni che ha avuto e che sta ancora approntando ci hanno spinto a decidere di cominciare proprio adesso per poter essere, come dice il nostro payoff, una luce in mezzo a questa oscurità. Nasciamo per le persone e quindi ci sembrava incoerente non dare il nostro segnale più forte proprio quando la difficoltà era maggiore.

Cosa consigliereste a giovani che vogliono mettersi in proprio?

Pensare, prepararsi e cercare dei compagni di viaggio. Prima di prendere una decisione del genere si deve approfondire la conoscenza di noi stessi, delle nostre attitudini, delle nostre conoscenze e competenze e, perché no, possibilità economiche poiché l’investimento nel primo periodo rischia di essere sempre oneroso.

Una volta giunti alla conclusione che si è decisi ad affrontare questo viaggio c’è da acquisire ciò che ci manca, o migliorare ciò che deve essere migliorato. Bisogna essere carichi e forti mentalmente per affrontare gli ostacoli e le difficoltà che al 100% si presenteranno. Entra qui in gioco l’ultimo consiglio, ma forse il più importante: cercare dei compagni di viaggio.

Quanto è importante la squadra?

Se da soli è dura, in compagnia tutto può diventare un po’ più sopportabile: le ansie sono divise, le responsabilità sono divise così come le delusioni e i successi. Condividere un’esperienza del genere con persone che rispettiamo ed ammiriamo può annichilire tutti gli aspetti negativi mettendo in risalto quelli positivi.

I Soci IANG

Matteo Panciatici, livornese e classe 1990, architetto e Project Manager. Durante gli studi è lui a coinvolgere tutti i ragazzi che ora sono i cofondatori  del progetto THINK IANG. 

Riccardo Piovano, Chierese, classe 1991 anche lui architetto. Da sempre appassionato per l’edilizia e la tecnologia, ha trovato una passione molto profonda per il concetto di sostenibilità coltivata durante i suoi studi e la sua esperienza lavorativa.

Nicolò Pascale,Valdostano, classe 1988, architetto. Durante gli studi conosce Matteo e Riccardo con i quali sviluppa le basi di THINK IANG. 

 Sofia Carpinteri, Bolognese, classe 1992. Architetto e Bim Specialist. La sua vena artistica e la sua passione per la grafica e l’illustrazione fanno di lei una componente importantissima per THINK IANG di cui cura tutti gli aspetti grafici. 

Jacopo Giunta Valdostano, classe 1985. Avvocato civilista in esperto in Legaltech, Information Security e Data Protection. Nuovo componente del gruppo, rappresenta il tassello mancante per completare il mosaico professionale del team IANG.

Laurent Blanc

Valdostano, classe 1983. Ingegnere e Ultimo arrivato del team IANG, spinto dalla curiosità che lo contraddistingue e dalla ricerca di nuovi stimoli, ha da subito abbracciato con grande entusiasmo il progetto. 

La Startup di successo in america

In america è arrivata alla quotazione la Startup Fiverr: anche questa piattaforma accoglie migliaia di esperti free lance che vanno dagli hacker ai Podcaster. La Gig economy genererà nel 2020 8 miliardi di fatturato, ma è destinato ad aumentare.

 

 

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter , via Instagram e via Youtube.


Massa Critica è una piattaforma di informazione, partecipazione e attivazione dei cittadini diversa dalle altre, che non vuole solo fornire contenuti importanti su sostenibilità , tecnologia , innovazione , startup , cibo , social innovation. Massa Critica vuole favorire l'attivazione ei quanti condividono aspirazioni nuove e innovative.

Per sostenerci abbiamo bisogno del vostro contributo, per questo vi chiediamo di supportarci in questo momento straordinario. Grazie per il vostro contributo e per la vostra fiducia!


Donazione con Paypal o carta di credito



Donazione con Satispay