Greta Thunberg ha incontrato Barack Obama: tutto pronto per Fridays for Future a New York con più di un milione di studenti

Greta Thunberg ha incontrato l’ex presidente USA  Barack Obama e il video della loro conversazione è stato diffuso dalla fondazione di Obama. Il video si chiude con un “Noi siamo una squadra” e con un pugno contro pugno  amichevole di intesa.

I Fridays for Future saranno a New York con più di un milione di studenti venerdì 20 settembre. Greta poi parlerà il 23 settembre al Climate Action Summit dell’Onu. Venerdì, sono previste manifestazioni a favore del clima in 150 paesi del mondo. Greta guiderà la marcia a New York da Foley Square e terrà un comizio a Battery Park.

Greta Thunberg ha preso parte a una seduta del Congresso e ha rimproverato i senatori statunitensi della task force per il cambiamento climatico. “Ci state provando ma non fate abbastanza per il clima. Risparmiate i complimenti, non invitateci a parlare per dirci quale fonte di ispirazione siamo perché se poi non agite non serve a nulla.

Nei giorni precedenti del suo viaggio in USA è intervenuta alla George Washington University, nella capitale statunitense: “Chiedo a tutti voi di partecipare alle proteste globali sul clima del 20 e 27 settembre. Stiamo assistendo ad un risveglio, anche se lento -questo dipende da tante ragioni diverse, ma soprattutto dipende da tantissimi attivisti. L’attivismo funziona, quello che vi chiedo è di agire, perché nessuno è troppo piccolo per fare la differenza. Non dovete ascoltare me, ma quello che dicono esperti e scienziati. Unitevi dietro alla scienza! Quello che si sta facendo per affrontare i cambiamenti climatici non basta. Il mondo sta perdendo la sfida per evitare il disastro climatico”.

Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres si è accodato all’appello di Greta Thunberg: “Voglio che la società faccia pressione sui governi affinché capiscano che devono muoversi più velocemente, perché stiamo perdendo la corsa”.

Ad appena 16 anni, Greta Thunberg è già uno dei più grandi difensori del nostro pianeta. Riconoscendo che la sua generazione subirà l’impatto peggiore del cambiamento climatico, non teme di spingere per un’azione vera”. Lo ha twittato l’ex presidente Usa Barack Obama postando una foto e un video in cui stringe la mano alla giovane attivista svedese incontrata negli uffici della sua fondazione. “Lei incarna la nostra visione alla fondazione Obama: un futuro plasmato da giovani leader come lei”, ha aggiunto


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.