Secondo Bloomberg Facebook raccoglieva i messaggi audio e li faceva trascrivere da

Secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg citando fonti anonime. Facebook ha raccolto i messaggi audio dei suoi utenti e li ha inviati a contrattisti esterni per trascriverli. Bloomberg precisa che i lavoratori pagati per questo specifico lavoro sapevano da dove provenissero i file e qual’era lo scopo della trascrizione.
Facebook ha spiegato di aver raccolto solo gli audio di chi ha optato per la trascrizione delle proprie chat, ma nella sua policy sull’uso dei dati privati Facebook non fa menzione della raccolta degli audio e della loro trascrizione.
Sempre secondo Facebook la pratica è stata interrotta “più di una settimana fa” e che non verrà ripresa.

La pratica di catturare gli audio dai dispostivi degli utenti e di farle poi analizzare, ascoltare, trascrivere è comune a diverse aziende tecnologiche, tra cui Amazon e Apple. Facebook per molto tempo ha negato di raccogliere i file audio degli utenti e di utilizzarli per personalizzare la pubblicità o il flusso di informazioni sulle bacheche.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.