Il Brasile rifiuta gli aiuti del G7 per l’Amazonia. La Nasa pubblica le immagini del monossido di carbonio sprigionato dagli incendi della foresta pluviale

Il Brasile ha rifiutato gli aiuti di emergenza, del valore di 20 milioni di dollari, proposti dai paesi del G7 per gli incendi che stanno devastando l’Amazzonia, sostenendo che le fiamme sono “sotto controllo”. Il capo dello staff del presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha formalizzato il rifiuto degli aiuti da parte di Brasilia: “Ringraziamo il G7 per la sua offerta di aiuto, ndr, ma questi mezzi possono essere più rilevanti per il rimboschimento dell’Europa”.

Dopo le foto del fumo degli incendi in Amazzonia, scattate dai satelliti Sentinel 3 del programma europeo Copernicus e Suomi della Nasa twittate anche da Luca Parmitano a bordo della Iss, la Nasa ha realizzato e pubblicato un’animazione, grazie alle immagini satellitari catturate nel periodo che va dall’8 al 22 agosto tramite lo strumento all’infrarosso Airs  a bordo del satellite Aqua.

L’animazione mostra la progressiva estensione e diffusione nell’atmosfera, a una quota di circa 5.500 metri, del monossido di carbonio sprigionato dai vasti incendi in Amazzonia.  Dal verde al rosso, passando per il giallo, crescono le concentrazioni in atmosfera del monossido di carbonio, che passano da circa 100 parti per miliardo di volume delle aree in verde, a 120 di quelle in giallo fino ai picchi di 160 in quelle rosse. Nella serie si vede il gas svilupparsi nelle regioni di nordovest, per poi spostarsi ancora più concentrato verso il sudest del paese.

Il monossido di carbonio  è un gas inquinante che può essere trasportato a grandi distanze e rimanere in atmosfera anche per un mese. Alle elevate altitudini mappate in queste immagini  il gas ha un impatto ridotto sull’aria che respiriamo. Ma i venti potrebbero portarlo anche a quote più basse. La Nasa ricorda che il monossido di carbonio può possa giocare un ruolo importante  nell’inquinamento dell’aria e nel cambiamento del clima.

 


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.