Silver Economy: il futuro passa attraverso l’economia degli over 65

L’invecchiamento della popolazione nell’Unione Europea sta disegnando delinea un nuovo assetto sociale con un ruolo sempre più importanti degli anziani. L’Europa sta invecchiando e l’Italia in misura maggiore. Istat stima che nei prossimi 20 anni la quota di persone over 65  supererà il 29% e quella degli over 85 sarà oltre il 5%. Negli ultimi dieci anni, è  aumentata la quota della popolazione italiana over 75 con patologie di lunga durata o problemi di salute.

Stiamo assistendo a un vero  cambio di paradigma: l’invecchiamento della popolazione non è più visto come un costo per la collettività si va delineando una Silver Economy caratterizzata da un’insieme di servizi e di prodotti destinati alla platea degli over 65.

Non si tratta solo di servizi sanitari e sociali, ma anche: edlizia, tecnologia, benessere, turismo, cultura, sicurezza, prodotti del credito e finanziari. Il valore della Silver Economy è di 122,5 miliardi per anno. Secondo Assoprevidenza, le fasce più anziane della popolazione godono di redditi mediamente più alti e dei maggiori patrimoni. In particolare, tra i 55 e i 64 anni il 40% delle famiglie dispone di una ricchezza netta superiore a 250 mila euro, percentuale che resta superiore al 30% per le famiglie i cui componenti hanno da 65 anni in su.

A Genova dal 13 al 15 giugno si svolge l‘edizione 2019 di Silver Economy Forum

Vai alla barra degli strumenti