I dati di mezzo miliardo di utenti Facebook trovati accessibili pubblicamente su un server Amazon

Facebook nuovamente beccata per una questione di privacy violata questa volta in maniera indiretta. Gli esperti di UpGuard, che si occupa di sicurezza informatica, hanno scoperto che la messicana Cultura Colectiva ha conservato su un server fornito da Amazon S3 ben 146 gigabyte di dati di svariati utenti di Facebook, per un totale di oltre 540 milioni di record.

In essi si trovano commenti, Mi piace, reazioni, nomi degli account, ID: tutte queste informazioni erano accessibili pubblicamente, senza essere protette in alcun modo.

Un altro backup, questa volta appartenente a At The Pool con i dati di 22.000 utenti tra cui la lista degli amici, le foto, gli interessi, i gruppi, le password in chiaro e altro ancora sono stati scoperti pubblicamente accessibile.

Informata dell’accaduto, Facebook ha contattato Amazon per chiedere la rimozione dei dati, e ha commentato la vicenda ricordando che “le policy di Facebook vietano la conservazione delle informazioni di Facebook in un database pubblico”.


Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.
Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene! Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.
Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su "Like".
Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.