I 36 comuni ricicloni del Piemonte sono per lo più piccoli comuni con meno di 10 mila abitanti

Solo il 35,5% dei Comuni piemontesi raggiunge il 65% di raccolta differenziata previsto per legge. Sono solo 36 su 1.201 quelli Rifiuti Free, cioè che producono meno di 75 kg pro capite l’anno di indifferenziato secondo il dossier Comuni Ricicloni Piemonte 2018 presentato a Torino da Legambiente nel corso dell’EcoForum per l’Economia Circolare.

La maggior parte sono piccoli comuni con l’eccezione dei torinesi Santena e Poirino e del biellese Cossato che hanno più di 10 mila abitanti. Buoni risultati di differenziata tra i capiluoghi di provincia come Novara (71,6%), Asti (68,4%), Cuneo (70,8%). Alessandria e Torino sono in coda alla classifica.

I 36 Comuni Rifiuti Free del Piemonte sono Vignone (VB), Barone Canavese (TO), Vogogna (VB), Pecetto di Valenza (AL), Rivarone (AL), Cantarana (AT), Riva presso Chieri (TO), Castelletto Monferrato (AL), Vaglio Serra (AT), Vinchio (AT), Pino Torinese (TO), Baldissero Torinese (TO), Coazzolo (AT), Arizzano (VB), Azzano d’Asti (AT), Cambiano (TO), Vallanzengo (BI), Mombercelli (AT), Poirino (TO), Villafranca d’Asti (AT), Mezzomerico (NO), Valfenera (AT), Magliano Alpi (CN), San Paolo Solbrito (AT), Frinco (AT), Marene (CN), Belveglio (AT), Quassolo (TO), Roatto (AT), Castagnole delle Lanze (AT), Montaldo Scarampi (AT), Santena (TO), Quagliuzzo (TO), Cossato (BI), Revigliasco d’Asti (AT), Quincinetto (TO).

LASCIA UN COMMENTO