Ecolabel Ue: strumento strategico per promuovere l’ecoturismo

Ecolabel UE è il marchio di qualità ambientale dell’Unione Europea, un’etichetta ecologica volontaria, che contraddistingue prodotti e servizi che pur garantendo elevati standard prestazionali sono caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita. La certificazione viene concessa solo una volta dimostrato il ridotto impatto ambientale del prodotto/servizio rispetto a quelli convenzionali della stessa categoria. L’efficacia dei prodotti certificati viene comprovata attraverso appositi test e i criteri per la valutazione della qualità ambientale nonché prestazionale del prodotto-servizio sono stabiliti su base scientifica e considerano l’intero ciclo di vita dello stesso quantificandone il potenziale impatto ambientale attraverso la metodologia Lca (Life-Cycle Assessment). I criteri vengono aggiornati ogni 3-5 anni e la certificazione viene rilasciata da un ente terzo, indipendente e pubblico. Inoltre, il prezzo al consumatore dei prodotti a marchio Ecolabel Ue è in linea con gli equivalenti convenzionali della sua categoria.

L’etichetta ecologica è stata al centro convegno di formazione che si è svolto recentemente a Torino dal titolo “Ecolabel Ue come strumento strategico per promuovere l’ecoturismo”, nell’anno delle celebrazioni per i 25 anni dell’Ecolabel Ue, dedicato dall’Onu al turismo sostenibile. Il convegno è stata l’occasione per ascoltare le esperienze dei quattro punti ricettivi già certificati Ecolabel UE nel capoluogo subalpino: il Tomato Hotel, il Bamboo Eco Hostel e la Residenza Universitaria Olimpia Edisu Lungodora e Open 011. Proprio per quest’ultima struttura, la Città di Torino ha ricevuto da Ispra il Premio Nazionale Ecolabel Ue (seconda edizione) per la struttura ricettiva comunale

Open 011, “Casa della Mobilità Giovanile e dell’Intercultura” di corso Venezia 11, è una struttura di accoglienza per studenti di proprietà della Città e affidata a un gerente privato. Insieme, hanno applicato nell’attività di gestione una serie di azioni volte a ridurne l’impatto ambientale. Ad esempio, il risparmio di energia e di acqua che prevede l’applicazione di tecnologie e attività gestionali eco-compatibili, atte ad evitare gli sprechi, la prevenzione e gestione dei rifiuti attraverso la raccolta differenziata. Viene inoltre effettuato il monitoraggio delle performance ambientali della struttura attraverso la rendicontazione dei consumi annui delle risorse impiegate, la formazione ambientale al personale e la sensibilizzazione dell’ospite verso il rispetto e l’importanza fondamentale dell’ambiente con la diffusione delle “buone pratiche” ambientali. Un esempio concreto di applicazione della filosofia Ecolabel Ue a un sistema di strutture ricettive – si legge nella motivazione del premio – dove la comunicazione delle scelte è stata importante al pari delle scelte stesse. Si tratta di un approccio integrato in divenire che premia una politica di ecocompatibilità più ampia e che ha prodotto un eccellente risultato in termini di efficacia comunicativa.

Home Forum Ecolabel Ue: strumento strategico per promuovere l’ecoturismo

Tag: 

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Giuseppe Iasparra 5 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.